Excite

Moras e il Verona in lutto, è morto il fratello Dimitris

  • Getty Images

Dimitris Moras, fratello di Evangelos Moras difensore del Verona, è morto dopo una lunga lotta contro una rara forma di leucemia. La notizia ha sconvolto il ritiro della squadra scaligera. Il difensore greco ha lasciato il ritiro quando è giunta la notizia del rapido peggioramento delle condizioni di salute del fratello. Il male gli era stato diagnosticato durante una vacanza in Australia poco più di un anno fa.

Evangelos Moras è legatissimo alla sua famiglia d’origine ed ha vissuto la malattia del fratello con una battaglia che ha combattuto con tutte le sue forze. Ha donato il midollo osseo al fratello. L’intervento fu eseguito in un ospedale di Melbourne. Durante tutto l’anno scorso ha giocato anche per il fratello. Ricordiamo tutti la commovente dedicata dopo il gol segnato con la Cremonese in Coppa Italia. Un evento più unico che raro visto che Moras non ha molta confidenza col gol.

Leggi la news sulla morte del padre di Balotelli

Il Verona ha diramato un comunicato ufficiale di condoglianze per la Moras e la sua famiglia, “Il Presidente Setti, la Società, mister Mandorlini, lo staff tecnico e tutta la squadra esprimono profondo cordoglio e si uniscono al dolore della famiglia Moras e di Vangelis per la scomparsa del fratello Dimitris“.

Guarda le dichiarazioni di Moras dopo il gol alla Cremonese

Per qualche mese le condizioni di salute di Dimitris Moras avevano lasciato aperto qualche spiraglio ad un timido ottimismo, ma purtroppo la situazione di partenza era già molto grave, quasi disperata. Resterà il sogno di Vangelis Moras, “Un giorno vorrei portarlo al Bentegodi a vedere una partita dell’Hellas”.

Leggi la news del calciatore arrestato per aver sfregiato il Colosseo

Moras, pochi giorni fa durante un’intervista, ha parlato della crisi in Grecia e della condizione della sua famiglia, “Mio fratello Dimitris è tornato dall’Australia, dov’era in cura per la forma di leucemia che l’ha colpito. Proprio in queste ore avremmo dovuto versare quanto serve per seguirlo nella clinica in cui si trova, ma con le banche che sono in questo stato, con il divieto di prendere soldi, non è stato possibile pagare”.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017