Excite

Mondiali, stop alla Paradinha

Paradinha ('fermatina') al bando dai mondiali sudafricani. La disposizione della Fifa è chiara, vietato interrompere la rincorsa nella battuta del calcio di rigore: 'non è consentito far finta di colpire il pallone una volta che il battitore ha concluso la corsa'. Si tratta di un gesto antisportivo, punito con il calcio di rigore.

Paradinha mania, guarda il video

Il colpo tanto amato da Pelè e molto in voga in Brasile, dunque non sarà consentito. Un avvertimento alla nazionale verdeoro, così come agli arbitri brasiliani, giudicati troppo di manica larga in patria, dove la giocata è sistematicamente concessa. Il massimo organo calcistico mondiale ha inoltre precisato che fintare durante la rincorsa resta consentito, non 'sostare' davanti al pallone. La Fifa distribuirà video esplicativi in merito.

La giocata è stata attribuita per anni a Pelè, che ne fece uso nel corso dei mondiali messicani del 1970. O' Rey però ha 'scaricato' il copyright sull'ex compagno di nazionale Didì 'L'ha inventato lui'. Caso a parte poi, quello della 'paradinha involontaria' di Peppino Meazza, storia dei mondiali del 1938, si gioca Italia-Brasile, rigore per gli azzurri calciato dal bomber nerazzurro che durante la rincorsa è costretto a fermarsi per colpa della rottura dell'elastico dei pantaloncini. Proprio un altro calcio.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2021