Excite

Milan, nuovo stadio al Portello: la società cambia idea "Costi troppo alti"

  • YouTube
Il Milan ci ripensa. Il nuovo stadio potrebbe non sorgere più in zona Portello, così come inizialmente era stato previsto. La trattativa era data in chiusura, nonostante lo slittamento di una settimana giudicato fisiologico visto l'ingresso in società del magnate thailandese Bee Taechaubol. Il passo indietro è stato annunciato in una lettera, parzialmente riportata dal 'Corriere della Sera'.

Leggi qui la notizia dell'acquisto delle quote di Mister Bee

Il nodo principale riguardano i costi. Il Milan non vuole accollarsi le spese di bonifica dell'area di Portello. Il presidente della Fondazione Fiera, Benito Benedini, attendeva il documento di accettazione da parte della società. E invece ha dovuto fare i conti con una retromarcia. "Gli esperti hanno valutato una spesa onerosa oltre le attese. Dobbiamo limitare il costo a nostro carico", è la sintesi della missiva. Una mossa che sembra il tentativo di una coda di trattativa sul prezzo. Ma che più probabilmente segna la fine del progetto del nuovo stadio in quella zona.

Il Milan, comunque, non è intenzionato a rinunciare alla realizzazione della struttura. Gli occhi sono puntati l’ex area Falck a Sesto San Giovanni. Il terreno è di proprietà di un imprenditore privato: un fatto che renderebbe più veloce la chiusura dell'operazione rispetto alla necessità di autorizzazioni pubbliche per quanto riguarda lo stadio al Portello. Resta comunque aperta una questione: il Milan rischia qualche penale per aver disatteso gli impegni? Alle prossime settimane l'ardua sentenza...

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017