Excite

Milan, Mexes si presenta: "Sono orgoglioso di arrivare qui"

Come avevamo largamento anticipato in un articolo del 2 marzo 2011 Philippe Mexes si trasferirà ufficialmente al Milan. Lascia dunque la Roma dopo 7 anni con 183 presenze e 11 reti messe a segno. Ultima apparizione resterà dunque quella del 3 aprile 2011, nella partita contro la Juventus, in cui ha riportato la lesione del legamento crociato anteriore che lo costringe a chiudere la stagione in anticipo.

Ecco l'anticipazione del 2 marzo di Excite Calcio sul passaggio di Mexes al Milan

Nella prima intervista concessa direttamente da Tolosa dove sta seguendo il proprio programma riabilitativo dopo l'operazione per la ricostruzione del legamento crociato anteriore del ginocchio sinistro, Mexes spiega con esattezza i prossimi passi per il completo recupero: un altro paio di settimane di lavoro per poi cercare di presentarsi al raduno di Milanello il 12 luglio ed essere a disposizione del tecnico Allegri dalla prima giornata di campionato.

Con la foto in maglia rossonera comparsa sulla copertina di 'France Football', Mexes spiega la soddisfazione di approdare nella squadra campione d'Italia: 'Posso ufficializzarlo - spiega Mexes a 'France Football' - Sono effettivamente un giocatore del Milan per le prossime quattro stagioni. Sono felice di arrivare in questa squadra, una delle più grandi in Italia e nel mondo. Sono orgoglioso. Soprattutto quando vedo questa nuova maglia con lo scudetto. E ora voglio vincere con questa maglia e con quella della Nazionale'.

Arriva in una grande società, lasciando però a Roma una parte di cuore oltre ad alcuni amici speciali: 'Ho deciso di lasciare la Roma dopo l'inverno. Lascio amici come Totti e De Rossi ma per loro, come per me, si volta pagina. Sarei potuto andare via già la scorsa stagione, avevo proposto al club di cedermi visto che stavo giocando poco e così anche la società avrebbe incassato qualcosa. Era anche un modo di restituire un po' di quello che mi è stato dato. Nel momento in cui ho accettato è stato poi il mio agente a gestire la cosa. Si è svolto tutto in maniera rapida, non ho avuto alcuna esitazione. Solo Roma o Milan mi avrebbero fatto rimanere in Italia, altrimenti sarei andato fuori. Ma vista la velocità con cui si sono svolte le trattative, non ho avuto bisogno di pensarci su troppo'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018