Excite

Milan-Malaga 1-1. Pato torna al gol. Champions League ancora in bilico

  • Getty Images

Partita importante per il Milan di Massimiliano Allegri che cerca in Champions League la conferma dell’ottimo periodo di forma riscontrato in campionato. L’avversario dei rossoneri è di quelli ostici. Il Malaga è imbattuto in Champions League e non ha ancora subito un gol. L’andata in Spagna è stata un monologo degli iberici, la speranza di Allegri è quella di riuscire, tra le mura amiche, ad invertire la rotta.

Lo schema è quello consolidato delle ultime settimane. Abbiati in porta. Difesa a quattro con Abate, Bonera, Mexes e Constant. Due mediani davanti alla difesa, De Jong e Montolivo con tre centrocampisti di corsa e offesa, Emanuelson, Bojan ed El Shaarawy dietro le spalle di Alexandre Pato. Pellegrini adotta uno schieramento speculare e cerca al Meazza la definitiva qualificazione agli ottavi di finale della Champions League.

Guarda i gol e gli highlights di Milan-Malaga

Comincia subito male per il Milan che dopo cinque minuti è costretto a fare a meno di Abate che deve lasciare il campo per un problema muscolare. Al suo posto il giovane De Sciglio. Il Malaga tiene bene il campo ed i rossoneri fanno fatica a costruire azioni pericolose.

Il primo brivido arriva al diciottesimo con una bella azione personale di Bojan il cui tiro finisce di poco al lato della porta difesa da Caballero. Un minuto dopo un’altra iniziativa di Bojan libera El Shaarawy ma il tiro del faraone è deviato a pochi metri dal portiere.

Il Milan sulle ali dell’entusiasmo riesce a chiudere il Malaga nella propria metà campo. Poco prima della mezzora una punizione di Emanuelson impegna severamente Caballero. I rossoneri meriterebbero il gol del vantaggio.

Purtroppo per il Milan il gol che arriva è quello di Eliseu. Al minuto quaranta Isco innesca Eliseu con un passaggio perfetto, l’esterno del Malaga taglia alle spalle di Constant e si presenta tutto solo davanti ad Abbiati. Niente da fare per il portiere sul diagonale preciso del brasiliano. Spagnoli in vantaggio a sorpresa.

La seconda frazione inizia con il Milan che attacca a spron battuto ma le iniziative dei rossoneri non impensieriscono la difesa di Pellegrini. A sorpresa Allegri tira fuori El Shaarawy dopo un quarto d’ora della ripresa ed inserisce Boateng.

La decisione dell’allenatore toscano è fischiatissima. L’ingresso del ghanese non produce l’effetto sperato. La squadra di Allegri non va oltre uno sterile possesso palla.

Il gol del Milan arriva dall’uomo più atteso dalla tifoseria rossonera. Manca un quarto d’ora al termine e si ha la netta sensazione che il pareggio possa arrivare solo con un episodio. Constant mette al centro una palla perfetta che scavalca Caballero. Pato sale in cielo e colpisce di testa incrociando. Un bel gol che sblocca un calciatore fondamentale per il destino della squadra di Allegri.

Il gol del brasiliano accende il Milan e lo stadio intero. I rossoneri iniziano un forcing che mette in netta difficoltà il Malaga che barcolla in più di un’occasione. Allegri lo capisce ed inserisce Robinho al posto di Emanuelson con il chiaro intento di portare a casa una vittoria preziosissima.

Il forcing finale dei rossoneri non produce nessun gol. Il Milan è ancora secondo in classifica ma la qualificazione passa dalla partita di Bruxelles. Una sconfitta con l'Anderlecht sarebbe letale per i rossoneri di Allegri. I progressi mostrati in campionato sono ancora insufficienti in Europa anche se l'impegno è stato massimo.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020