Excite

Milan, Guardiola è il sogno. Berlusconi preme su Galliani

  • Youtube

Chi si è scelto come mestiere quello di allenatore sa benissimo che l'essere costantemente in bilico fa parte del gioco. Bastano pochi risultati negativi, specie se consecutivi, perché anni di lavoro siano infilzati dalla spada di Damocle che pende su ogni fuoriuscito dal Supercorso di Coverciano. L'esonero.

Guardiola-Villanova, sfida a calcio a 5, il video

E lo sa anche Massimiliano Allegri. La sua permanenza al Milan è attualmente compromessa dalle sconfitte in serie, dagli 0 gol messi a segno a San Siro, da un gioco che non decolla e, last but not least, dal ko subito nel derby.

A quanto pare, però, Allegri può dormire sonni tranquilli. La famiglia Berlusconi, storicamente poco avvezza agli esoneri, almeno per adesso non pensa al ventilato ribaltone interno che vedrebbe Tassotti alla plancia di comando e Max giubilato.

Silvio e Barbara guardano già alla prossima stagione ed hanno messo in cantiere una soluzione che ha un nome e cognome di grido internazionale, colui che è diventato l'archetipo del tecnico giovane e vincente: Pep Guardiola. Non sarà facile, ma iniziare a tessere la tela con largo anticipo potrà senz'altro aiutare il buon esito della trattativa.

Spifferi provenienti dall'entourage rossonero parlano di pressioni da parte dei Berlusconi su Galliani, invitato a volare a New York, dove Guardiola sta trascorrendo parte del suo anno sabbatico. La Big Apple, infatti, ospita da qualche tempo Micol, la figlia del tecnico catalano.

L'amministratore delegato ha almeno per adesso deciso di rimandare il viaggio, inizialmente programmato già per il prossimo weekend. Galliani, però, è riuscito a frenare l'impeto del presidente onorario: incontrare l'ex Barcellona adesso avrebbe reso la posizione di Allegri ancora più precaria, con il rischio di risvolti negativi per la già traballante stagione rossonera.

Tutto rimandato dunque, ma l'idea sdi portare Pep all'ombra della Madonnina è concreta. La concorrenza è folta, ma potrebbe man mano defilarsi. In fondo il City potrebbe confermare Mancio, così come Ferguson resterà inamovibile allo United. Il Tottenham ha da poco preso Villa Boas e, nonostante abbia di recente chiesto informazioni sul catalano, non si libererà tanto presto del portoghese. Difficile pensare alla soluzione Bayern Monaco, così come impossibile pensare che una Nazionale di grido, Spagna in primis, possa cambiare ct ad un anno dall'appuntamento iridato. Il Milan sogna.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019