Excite

Milan e Juventus pescano bene nell'urna di Montecarlo

  • infophoto

L’urna di Montecarlo è stata tutto sommato benevola nei confronti delle uniche due squadre italiane in Champions League. Milan e Juventus hanno buone possibilità di superare il turno e soprattutto c’è chi è andato decisamente peggio. Basta fare un giro a casa Mourinho per rendersene conto. Il sorteggio della Champions League ha riservato una brutta sorpresa al Real Madrid.

Il Milan era inserito in prima fascia e quindi ci si aspettava un girone morbido per i rossoneri. In realtà le trappole disseminate nell’urna di Montecarlo non erano poche. Manchester City, Borussia Dortmund e soprattutto lo spettro del Paris Saint Germain dei milanisti agitavano non poco la vigilia del sorteggio in via Turati.

Guarda le foto degli avversari di Milane e Juventus

Il Milan è finito nel girone C con lo Zenit di Spalletti, l’Anderlecht ed il Malaga abbandonato dagli sceicchi. Si tratta di tre squadre di buon livello ma non eccelse. Il Milan degli ultimi anni non avrebbe avuto grosse difficoltà a qualificarsi. Quello attuale, invece, dovrà fare molta attenzione e cercare di capitalizzare al massimo le gare interne a partire dall’esordio con l’Anderlecht. In casa rossonera il primo commento è stato di Umberto Gandini che è il direttore organizzativo del Milan. Gandini ha immediatamente inquadrato il problema, “I nostri giocatori hanno bisogno di autostima: siamo un Milan diverso ma sempre il Milan, quindi ce la giochiamo. Conterà anche il calendario, soprattutto come si comincia”.

La Juventus che partiva dalla terza fascia nutriva non pochi timori ed anche in questo caso l’urna è stata particolarmente benevola. I bianconeri campioni d’Italia sono finiti nel girone E capitanato dal Chelsea e con Shakhtar e gli esordienti danesi del Nordsjaelland. Per la Juventus sarebbe un delitto non centrare la qualificazione anche se degli ucraini è meglio non fidarsi. Della stessa opinione è anche Beppe Marotta che ha così commentato il sorteggio, “E' un girone che abbiamo accolto con soddisfazione, ma abbiamo anche massima umiltà e rispetto per i nostri avversari. E' un'emozione nuova e importante per questa dirigenza e speriamo continui nel resto della competizione”.

Tra gli altri gironi spicca il gruppo D con Real Madrid, Manchester City, Ajax e Borussia Dortmund. Se Mourinho non può essere felice c’è da dire che Roberto Mancini per il secondo anno consecutivo trova un girone che definire di ferro è dire poco. Per gli inglesi non sarà per nulla facile avere a che fare con l’Ajax, che pure è la più debole del girone, e con i campioni di Germania del Borussia Dortmund.

Molto equilibrato anche il girone dell’Arsenal anche se con nomi meno altisonanti. Bayern Monaco, Barcellona e Manchester United non dovrebbero avere grossi problemi a vincere i rispettivi raggruppamenti. Si comincerà il 18 settembre, il Milan parte prima della Juventus, e si finirà a maggio con la finale di Wembley.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019