Excite

Milan-Catania 4-2, Pazzini respinge l'assalto della Fiorentina. Balotelli a segno su rigore

  • Getty Images

Il Milan è costretto a vincere la gara interna col Catania che chiude il programma della trentaquattresima giornata della Serie A. La vittoria della Fiorentina sul campo della Sampdoria ha portato i viola al terzo posto. Allegri propone il classico 4 3 3 con Balotelli, al rientro dopo la squalifica, al centro dell'attacco coadiuvato da Boateng ed El Shaarawy.

Il Catania di Maran si gioca le residue speranze di arrivare in Europa League, un traguardo che coronerebbe quella che è stata una stagione fantastica per gli etnei. Lo schema è il 4 2 3 1 con Bergessio unica punta supportato dal trio formato da Barrientos, Gomez e Castro.

I rossoneri partono esercitando un pressing altissimo che mette in difficoltà il Catania. Le azioni del Milan sono incisive ma Frision si deve impegnare solo su conclusioni dalla distanza. Il Catania, siamo alla mezzora, passa in vantaggio al primo vero tiro in porta. Lodi dipinge un assist perfetto per la testa di Legrottaglie che batte Amelia.

La reazione del Milan è furente. L'area dei siciliani diventa una bolgia, prima due salvataggi sulla linea e poi una bella parata di Frison salvano il vantaggio degli ospiti. Boateng colpisce la traversa con un tiro terrificante. E' solo una questione di tempo. Il pareggio arriva allo scadere del primo tempo grazie ad un bel diagonale di Flamini che non lascia scampo a Frison. I rossoneri chiudono in parità la prima frazione ma dopo il gol di Legrottaglie c'è stata una sola squadra in campo.

Il primo quarto d'ora della ripresa è un film già visto. Il Milan attacca ed il Catania si difende. Boateng colpisce di testa ma Lodi salva sulla linea. El Shaarawy ci prova dal limite dell'area ma Frison mette in calcio d'angolo.

Esattamente come nel primo tempo il Catania passa in vantaggio alla prima occasione. Al sessantacinquesimo Berghessio si libera in area, riceve la palla e scavalca Amelia con un tiro morbidissimo. I rossoneri accusano il colpo e per una decina di minuti appaiono stanchi e senza idee. Al settantacinquesimo, però, è Pazzini a riportare in partita la truppa di Allegri.

Il "Pazzo" si avventa per primo su una palla vagante causata da un tiro di Balotelli. Per il centravanti rossonero è uno scherzo infilare il gol del pareggio. Passano due minuti ed è ancora Pazzini a siglare il gol che può valere un posto nella prossima Champions League. Questa volta è una conclusione di El Shaarawy a costringere Frison alla respinta. Ancora una volta il più lesto è Pazzini ed il Meazza esplode in un urlo liberatorio.

Il Catania prova a rispondere ed una conclusione di Berghessio finisce di poco alta sulla traversa. E' l'ultimo sussulto dei siciliani. Il Milan chiude il discorso nel recupero con un calcio di rigore trasformato da Mario Balotelli. Per i rossoneri sono tre punti pesanti, la lotta con la Fiorentina durerà ancora quattro partite. Il Catania deve dire addio ai sogni europei ma per i siciliani è stata comunque una stagione da ricordare.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020