Excite

Milan-Atletico Madrid 0-1: Kakà e Poli fermati dai pali. Diego Costa affonda i rossoneri

  • Getty Images

A Seedorf ed al suo Milan non riesce l'impresa di superare l'Atletico Madrid di Simeone. I rossoneri hanno giocato una gara giudiziosa e attenta. L'unico sbaglio fatto dalla retroguardia rossonera è stato capitalizzato al massimo dagli spagnoli che hanno vissuto un solo periodo di difficoltà a metà del primo tempo quando il Milan è andato vicino al gol in due occasioni, in entrambi i casi sono stati i pali a salvare l'Atletico Madrid.

Il Milan conferma il 4 2 3 1 dell'era Seedorf e schiera Poli, Kakà e Taarabt alle spalle di Balotelli. A centrocampo c'è Essien. Simeone risponde con uno schieramento più classico. Gli spagnoli puntano tutto sulla pressione a centrocampo e sulle ripartenze. Gli ospiti sembrano entrare meglio in partita e nel primo quarto d'ora gestiscono meglio la gara. Poi c'è la fiammata del Milan. Kakà si accentra dalla destra e lascia partire un tiro a giro che supera Courtois e si schianta sulla traversa.

Pochi giri di lancette ed i rossoneri vanno di nuovo vicini al gol. Bel cross di Taarabt che pesca Poli al centro dell'area. Il colpo di testa dell'ex centrocampista della Sampdoria è ben indirizzato ma Courtois si supera e con l'aiuto del palo sventa la minaccia. L'Atletico Madrid barcolla ma non crolla. La squadra di Simeone riprende in mano le redini della gara e non corre più rischi fino alla mezzora. La combinazione tra Balotelli e Kakà porta al tiro il brasiliano ma la conclusione è alta sulla traversa. I rossoneri intanto hanno sostituito De Sciglio con Abate a causa di un infortunio di gioco.

I rossoneri, che comunque non attaccano mai dissennatamente, si sistemano meglio in campo, ma la supremazia territoriale non produce altre occasioni e si va al riposo sullo zero a zero. Il secondo tempo inizia con l'Atletico Madrid che prova ad aumentare il ritmo. Gli spagnoli hanno una buona occasione con Diego Costa ma la sforbiciata del brasiliano naturalizzato spagnolo termina alta sulla traversa della porta difesa da Abbiati.

Il Milan risponde al quarto d'ora con una bella combinazione tra Taarabt e Kakà con il capitano del Milan che cicca un po' la palla che termina al lato del palo alla destra di Courtois. La gara è in bilico ed entrambe le squadre provano a prenderne il controllo. Il ritmo è alto ed a centrocampo l'intensità è altissima. Le occasioni da gol, però, latitano. Ci va vicino il Milan poco prima del settantesimo con una bella azione di Taarabt che semina il panico nell'area spagnola. La conclusione, però, non impensierisce l'attento Courtois.

Con l'uscita di Balotelli, infortunatosi ad una spalla dopo un contrasto, il Milan è costretto ad attaccare in maniera diversa cercando la palla alta per Pazzini. La gara sembra indirizzata verso il pareggio ma Diego Costa ha idee differenti. Su un calcio d'angolo dalla destra la palla si impenna dopo una deviazione di Abate e termina sul secondo palo dove Diego Costa è tutto solo e con un colpo di testa terrificante insacca alle spalle di Abbiati.

La reazione del Milan sta tutta in un calcio di punizione di Rami da oltre trenta metri con la palla che esce di pochissimo. L'Atletico porta a casa un risultato importantissimo al termine di una partita intensa ma bruttina. Ci vorrà un miracolo in Spagna per i rossoneri. E' probabile che l'avventura in Champions League si fermi agli ottavi di finale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019