Excite

Maroni: "Stop alle trasferte per i tifosi del Napoli"

Lo aveva detto il ministro degli Interni Roberto Maroni: i provvedimenti dopo gli incidenti causati dalla tifoseria napoletana domenica scorsa alla stazione Termini di Roma saranno duri. Infatti per i tifosi azzurri niente trasferte per tutto il campionato. Lo ha confermato il capo del Viminale ieri sera in diretta al Tg1.

Tu cosa ne pensi? Vota nel nostro sondaggio

E per gli ultrà che hanno direttamente provocato i disordini e gli incidenti (i cinque tifosi arrestati ieri), scatta l'accusa di associazione a delinquere. "Manderò una direttiva ai prefetti - ha detto Maroni - che dispone l'individuazione di tutti coloro che hanno partecipato ieri a quel 'mucchio selvaggio' perché non partecipino alle manifestazioni sportive per i prossimi due anni.".

Tolleranza zero, dunque, per gli ultrà napoletani, secondo il ministro Maroni che illustra quali sanzioni verranno adottate: "Non solo non partecipando alle manifestazioni sportive, ma considerandoli un'associazione a delinquere. Non è tifoseria organizzata, è criminalità organizzata. Nei confronti di queste persone ci vuole tolleranza zero".

Nell'intervista al Tg1 Maroni ha aggiunto che, tra le misure decise, c'è anche l'individuazione delle partite a rischio durante il campionato fino ad arrivare alla "disputa a porte chiuse delle partite più a rischio".

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017