Excite

Mario Balotelli va in discoteca e i ladri gli rubano in casa. Spariti gioielli, orologi e una porsche bianca

  • Getty Images

Non c’è pace per Mario Balotelli. Il centravanti del Milan aveva deciso di concedersi una serata in discoteca in compagnia del fratello Enoch Balotelli e di qualche amico. La serata è andata bene, ma le brutte soprese attendevano Supermario al suo ritorno a casa. Balotelli ha una villa a Limido Comasco in provincia di Como. L’abitazione è stata visitata dai ladri che hanno scassinato l’entrata e sono penetrati all’interno.

Da una prima ricostruzione dei danni e della refurtiva sembrano mancare soprattutto oggetti in oro ed orologi preziosi. In un primo momento era stata rubata anche una Porsche S di colore bianco che Balotelli aveva in noleggio. L’auto, però, è stata ritrovata poche ore dopo il furto. Nel garage c’era anche una Ferrari, di proprietà di Balotelli, che però non è stata toccata. Evidentemente si tratta di non professionisti o di ladri abituati a bottini di poco conto.

Balotelli, ovviamente, ha avvisato le forze dell’ordine. Dell’indagine si stanno occupando i carabinieri della caserma di Cantù.

Non è un bel periodo per Mario Balotelli. Il furto in casa si è aggiunto alle persistenti voci di mercato che lo vogliono lontano dal Milan e dall’Italia e alle critiche per il suo rendimento in maglia rossonera. Di sicuro non è un buon viatico per gli imminenti Mondiali. Prandelli conta molto su Supermario.

La speranza è che, almeno in Brasile, Balotelli sappia tenersi lontano dai guai che sembrano seguirlo ad ogni passo. Basta ricordare la rissa scatenata due settimane fa all’uscita dell’Hollywood in pieno centro a Milano. Un ladro ha cercato di portargli via il cellulare. Enoch, il fratellino di Mario, è scattato all’inseguimento e quando ha raggiunto il malvivente è scattata una mega rissa che ha coinvolto anche il centravanti della nazionale. Per fortuna si è risolto tutto senza danni di nessun genere.

Tutti sanno che Balotelli, dentro e fuori dal campo, è sensibile alle provocazioni. Gli avversari, in campo, e le persone in cerca di popolarità, fuori, sfrutteranno al massimo questa sua debolezza. C’è solo da augurarsi, per il bene della nostra nazionale, che le disavventure concedano a Balotelli un mese di sosta.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020