Excite

Maradona chiede scusa per la mano de Dios

22 anni dopo la famosa “mano de Dios” , Diego Armando Maradona chiede scusa agli inglesi. Lo fa in un’intervista rilasciata al Sun nella quale ha spaziato tra vari argomenti, dai problemi con la droga ai progetti per il futuro.

“Se potessi scusarmi e tornare indietro” ha detto il fuoriclasse argentino riferendosi al celebre gol realizzato di mano a Messico ‘86 “lo farei, ma un gol è sempre un gol e grazie a quello l'Argentina ha vinto il Mondiale e io sono diventato il miglior giocatore al mondo. Non posso cambiare la storia, tutto quello che posso fare è andare avanti”.

Diego ha rivelato che ha intenzione di “trascorrere molto più tempo in Inghilterra”. “In questi giorni” ha raccontato l’argentino “ho visto alcune partite, sono stato ospite del Chelsea, ho incontrato Claude Makelele e Avram Grant. Sto cercando nuove opportunità in qualunque posto mi venga offerto, ci sono stati contatti per una panchina in Premier League, ma non è questo il motivo che mi ha spinto in Inghilterra”.

Da Maradona sono arrivate anche bocciature eccellenti. Beckam: “Come lui ce ne sono a centinaia in giro. E’ un giocatore normale”. McLaren: “L’ex ct della Nazionale inglese si è rivelato un incapace nel non impiegare Robinson, lui non avrebbe fatto gli errori di Carson . Capello dovrà lavorare molto sull’aspetto mentale e farebbe bene a dare la fascia di capitano a Terry”.

“Dieguito” ha poi affrontato il problema droga “Nel periodo più buio ero capace di sniffare coca e bere whisky per tre giorni di fila, dormire per un giorno intero, ricominciare con la cocaina e giocare poi la domenica. Sono arrivato sull’orlo del suicidio diverse volte. Ne sono uscito fuori grazie all’amore delle mie figlie. Dal 2004 non faccio uso di cocaina, se non avessi mai toccato quella roba sarei stato tre volte più forte…”.

La mano de Dios, il gol all'Inghilterra

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017