Excite

Mancini-Tevez: ferri corti

Succede anche questo nel Manchester City guidato da Roberto Mancini. L'ex tecnico interista, evidentemente allenato a situazione del genere, non riesce nemmeno a gioire per la vittoria scacciacrisi contro il Bolton, 1-0 con gol di tevez dopo appena 3 minuti di gioco.

Perché? Semplice. Mancio voleva che l'attaccante argentino ottenesse la standing ovation, per questo lo ha sostituito. Tevez, all'undicesimno cambio stagionale, non l'ha presa bene e per questo ha mandato eclatanti gesti di disapprovazione verso la panchina ('E' Balotelli quello da sostituire!'), l'allenatore ha risposto per le rime. Il risultato è una nuova grana.

Mancio in ogni caso ha provato subito a chiudere la faccenda: 'Non è successo nulla di speciale. Sono sempre felice quando un mio giocatore non vuole essere sostituito. Carlos è molto importante per questa squadra ma ho preso questa decisione e penso che fosse quella giusta'.

Il caso-Tevez giunge solo pochi giorni dopo la scazzottata tra Balotelli e Boateng, durante un allenamento. 'Certi confronti' ha dichiarato Mancini 'anche a muso duro capitano più spesso di quanto si creda, sono cose normalissime durante gli allenamenti, in qualsiasi squadra. Ma quando succedono al City chissà perché fanno più notizia'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019