Excite

Mancini vince la Premier al 94° minuto: "Adesso mi sento novant'anni"

  • infophoto

Sono trascorsi due giorni dal rocambolesco, pazzesco finale della Premier League, che ha visto il Manchester City (in svantaggio per 2-1 ontro il Qpr) segnare due gol al 91° con Dzeko ed al 94° con Aguero, vincendo la partita ed agguantando in clasifica generale il Manchester United a 89 punti, a pari punti.
Visti gli scontri diretti a favore, il Manchester City si è laureato campione d'Inghilterra, grazie propio al gol di Aguero in pieno recupero, che ha regalato alla Premier League un finale degno della regia di Alfred Hitchcock.

Al soffertissimo trionfo, arrivato a 44 anni dall'ultimo scudetto, esultano gli italiani Roberto Mancini e Mario Balotelli, rispettivamente manager e attaccannte del Manchester City.

Doopo l'esultanza, Mancini confessa: "A cinque minuti dalla fine non pensavo più che avremmo vinto la gara, ma ci meritiamo tutto, siamo stati in testa alla classifica per venti giornate e penso che per noi sia importante cominciare a vincere qualcosa: il Manchester City può ora avere un grande futuro".
E continua: "Vincere in questo modo è incredibile, non penso di aver mai visto un finale come questo. Credo di essere invecchiato di 40 anni, ora me ne sento una novantina. Non meritavamo di perdere, abbiamo avuto tante occasioni e meritavamo di vincere la partita e il campionato. E' un successo fantastico per il club e per i tifosi dopo 44 anni, è stata una stagione folle, con un folle finale".

Gli fa eco l'altro "italiano" Mario Balotelli: "Siamo semplicemente i migliori, ed è per questo che abbiamo vinto. Adesso tanta gente che parla male di me deve chiudere il becco, perché ho vinto il titolo. Ora non vedo il mio futuro lontano da Manchester".

Video degli incredibli ultimi minuti della partita Man City - Qpr 3-2 (gol di Aguero al 94°)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017