Excite

Luciano attacca ancora

Fra Luciano Moggi e Roberto Mancini non è mai corso buon sangue.
L'ex dg bianconero è tornato ad attaccare duramente il tecnico interista con parole di fuoco durante un'intervista all'emittente televisiva Antenna 3: "Un anno e mezzo fa, quando ci siamo incontrati, ha detto che con me non parlava perché mi sarei dovuto difendere in altra sede. Evidentemente qualcuno doveva aver parlato con lui. E allora, oggi si vede che si è verificato quello che ho detto io fin dall'inizio. Questo è spionaggio industriale".
Il riferimento di Moggi è allo scandalo che è piovuto sull'Inter, colpevole, secondo alcuni, di aver pedinato e spiato l'arbitro De Sanctis, nell'ambito della cosiddetta 'Operazione ladroni', uno dei dossier venuti alla luce nell'inchiesta sulle intercettazioni Telecom.
"Mi hanno colpevolizzato senza aspettare i processi", ha detto l'ex dg. "L'Inter penalizzata? Poteva vincere se voleva. Parliamo del 1998, hanno fatto giocare Recoba con il passaporto falso. La Juventus avrebbe vinto comunque. Non c'è mai stata nessuna partita comprata, nessun arbitro contattato. La verità è che bisogna saper fare la squadra. E loro hanno sempre sbagliato tutto".
La verità è che Luciano Moggi è rimasto senza lavoro per pochissimo tempo.
Da quando ha dovuto lasciare il mondo del calcio, si è cimentato come editorialista per il giornale Libero, come commentatore su alcune tv locali e ora anche super ospite in molte trasmissioni di primissimo piano.
Dopo Quelli che il calcio (che ha suscitato moltissime polemiche), Moggi sarà protagonista di una delle prime puntate di Matrix (si pensa addirittura quella di stasera).
Staremo a vedere.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2016