Excite

L'ombra di Lippi, Donadoni: "non mi dimetto"

Dalla lotteria dei rigori di Vienna al cambio di panchina il passo è breve. Subito dopo la sconfitta con la Spagna si fa strada prepotentemente l'ipotesi Marcello Lippi per la panchina azzurra.

Vota il sondaggio: chi vuoi sulla panchina azzurra?

Il ritorno del ct mundial era nell'aria negli ultimi mesi e si fa più concreto ora, in attesa delle decisioni della FIGC. Inevitabilmente sotto accusa per l'uscita di scena da Euro 2008 è Roberto Donadoni, al quale arriva la domanda della stampa sulle sue dimissioni. "Dare le dimissioni? Non mi passa per l'anticamera del cervello. Non è un rigore sbagliato a far cambiare il mio parere su un Europeo, sarei uno stupido".

Il ct argomenta i suoi pensieri: "Non solo non penso a dare le dimissioni, ma non mi pongo nemmeno il problema di fare un ragionamento del genere. Io sono tranquillo. Si parlerà e si valuterà la situazione. Se voi avete notizie più fresche e diverse... Lippi? Veramente è quindici giorni che si scrive del suo ritorno..."

Donadoni poi dà un giudizio al suo Europeo: "Rispetto il ruolo di chi deve decidere non mi piace sponsorizzare nessuno e nemmeno me stesso. Quello che ho fatto è sotto gli occhi di tutti, non cerco appoggi di nessun tipo. Qualcuno ha chiamato il nostro gruppo il 'girone della morte', esagerando un po'. Ne siamo usciti bene. Abbiamo fatto il nostro percorso fino a questo punto, abbiamo fatto il massimo. Siamo arrivati ai quarti di finale e abbiamo perso ai rigori, come mi è accaduto spesso purtroppo sia da calciatore che da allenatore. Non è un rigore sbagliato a De Rossi o da Di Natale che fa cambiare il mio giudizio su questi giocatori. Per quello che mi riguarda, io ho agito con serenità e impegno: se avessimo vinto, oggi saremmo tutti bravissimi".

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017