Excite

L'Inter passeggia in Europa League. Sneijder e Coutinho due magie

  • IRNewscom
L’Inter di Andrea Stramaccioni ha fatto il suo esordio nel terzo turno preliminare di Europa League. I nerazzurri erano attesi dall’Hajduk Spalato e dalla sua tifoseria. L’ambiente croato, però, non ha influito sull’esito della partita. L’Inter ha tenuto bene il campo ed ha colpito quando ne ha avuto l’occasione sfruttando la maggior qualità dei suoi calciatori. Sneijder e Coutinho hanno fatto vedere lampi di vera classe, e se per l’olandese non è una novità, per il brasiliano si tratta di una piacevole conferma.

Stramaccioni ha optato per un 4-3-2-1 orientato a correre meno rischi possibili. I croati provano ad aggredire fin dai primi minuti per tenere il ritmo alto. L’Inter non corre particolari pericoli ed alla prima occasione passa in vantaggio. Milito sfrutta alla grande un lancio dalla trequarti e serve Sneijder che in piena area di rigore mette a sedere un paio di difensori e batte Blazevic uscito in maniera non impeccabile. E’ il diciottesimo minuto del primo tempo.

I nerazzurri si sciolgono e mostrano un po’ di quel calcio corale ed offensivo che piace ad Andrea Stramaccioni. Il fulcro della manovra è Wesley Sneijder, ogni volta che l’olandese tocca palla per la difesa croata sono problemi. L’Hajduk le prova tutte ma Handanovic non deve effettuare nessuna parata.

Ad un minuto dalla fine del primo tempo arriva il raddoppio dell’Inter. E’ ancora Sneijder a servire Nagatomo in proiezione offensiva. Il giapponese si accentra e prova la conclusione che viene deviata da Maloca e finisce alle spalle dell’incolpevole Blazevic.

La seconda frazione vede calare notevolmente il ritmo, ma è sempre Sneijder a menare le danze. L’olandese serve un’ottima palla a Cambiasso che però arriva con un attimo di ritardo. C’è il suo zampino anche nella progressione che porta Jonathan a crossase per Milito che tenta la deviazione di tacco fallendo così una buona chance per triplicare.

C’è bisogno di una scossa e Stramaccioni mette in campo Coutinho per Sneijder. L’Inter non perde in fantasia ed organizzazione, anzi, il brasiliano entra determinato a fare la differenza. Dopo meno di dieci minuti è proprio Coutinho a mettere la parola fine alla partita. Scambio con Palacio e tiro a giro del giovane brasiliano che si va a spegnere sul secondo palo, ben lontano dalle possibilità di parata di Blazevic. Manca poco più di un quarto d’ora alla fine è c’è da registrare solo una bella parata di Handanovic su un tiro di Maglica.

Il livello dell’avversario e della condizione atletica non hanno permesso all’Inter di esprimersi al meglio, ma Stramaccioni è ugualmente soddisfatto. Il tecnico romano ha dichiarato, “Stiamo lavorando con la bocca chiusa, abbiamo fatto un buon risultato, quello che mi è piaciuto è che l'Inter ha sempre voluto giocare e ha subìto poco”. Il ritorno, una formalità a questo punto, è previsto per il 9 agosto a San Siro.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019