Excite

L'Inter è all'anno zero del progetto Stramaccioni

  • Infophoto

In una ipotetica griglia di partenza del campionato italiano di Serie A edizione 2012-2013 alle spalle della Juventus campione d’Italia si potrebbe e dovrebbe piazzare l’Inter di Andrea Stramaccioni. La sponda nerazzurra di Milano ha condotto un mercato oculato diminuendo il monte salari e mettendo a disposizione dell’allenatore dei calciatori con caratteristiche ben precise. E’ l’anno zero del progetto Stramaccioni.

Per ora il presidente Massimo Moratti si è mantenuto tranquillo, sa bene che non è necessario caricare le spalle del suo giovane allenatore di ulteriori pressioni. Molto della stagione dell’Inter dipenderà dal connubio tra società ed allenatore. Visto il recente passato non un’incognita da poco.

Dal punto di vista tecnico l’Inter è chiaramente impostata per giocare un 4 3 2 1 o un 4 2 3 1. Il centrocampo è formato da calciatori di grande corsa e dinamismo che avranno il compito di portare palloni alle numerose mezze punte che giostreranno alle spalle di Diego Milito.

La campagna acquisti ha portato ad Appiano Gentile calciatori di sicuro rendimento, disposti a mettersi al servizio di un allenatore giovane alla sua prima grande esperienza. Non c’è e non ci sarà l’acquisto del top player. La crisi ha tagliato fuori le squadre italiane da questo tipo di acquisti e l’Inter non fa eccezione. Nello specifico dei nuovi arrivi si può dire che sicuramente Samir Handanovic non farà rimpiangere Julio Cesar.

La difesa dovrà puntare sul rilancio del giovane Ranocchia e sulle qualità dell’ultimo arrivato Alvaro Pereira. La coppia Samuel-Silvestre dovrebbe dare ampie garanzie. Il centrocampo vivrà sul dinamismo di Cambiasso, Guerin, Gargano e Mudingayi. La musica comincia a cambiare quando si arriva al reparto delle mezze punte.

Stramaccioni potrà contare su un esercito di piedi buoni, Coutinho, Alvarez, Sneijder, Palacio e Antonio Cassano. La gestione oculata di questo parco di calciatori potrebbe fare la differenza tra una stagione di successi ed un brutto fallimento.

Menzione a parte merita Javier Zanetti che pochi giorni fa ha festeggiato le 800 presenze in maglia nerazzurra. Un record che ha pochi paragoni nello sport mondiale. Il capitano giostrerà in due ruoli, esterno e centrocampista. Intramontabile.

Questi ultimi giorni di campagna acquisti non dovrebbero segnalare grossi movimenti da parte dell’Inter se non in uscita. Partire a fari spenti e con poche polemiche potrebbe essere la carta vincente dell’Inter di Stramaccioni.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019