Excite

Liga: Barcellona inarrestabile, Mourinho critica tutti

Il Barcellona è di un altro pianeta e si era già capito chiaramente dal 5-0 rifilato dalla squadra di Guardiola al Real di Mourinho che aveva poi ammesso la superiorità dimostrata sul campo dalla compagine blaugrana. Non a caso su 19 gare il Barcellona ha conquistato 52 punti dei 57 disponibili vincendo 17 gare, pareggiandone 1 e perdendo in una sola occasione. Miglior attacco della Liga con 61 reti fatte (più di 3 di media a partita) e miglior difesa con 11 gol subiti.

Il Pallone d'oro 2010 va a Lionel Messi; miglior tecnico Josè Mourinho

La squadra che da molti viene considerata la più forte del mondo guida la Liga Spagnola con 4 punti di vantaggio sul Real Madrid di Josè Mourinho che nell'ultimo turno è stato fermato sull'1-1 dal fanalino di coda Almeria. Guardiola può contare su uno stratosferico Lionel Messi, autore di ben 18 reti finora in campionato, fresco vincitore del Pallone d'Oro 2010, bissando dunque quello vinto nella passata stagione.

Non è da meno però il Real che può contare sull'apporto determinante del capocannoniere della Liga: parliamo del portoghese Cristiano Ronaldo che quest'anno sta ottenendo numeri da extraterrestre avendo segnato 22 reti in 19 gare di campionato. Mentre però Villa e Pedro (che compongono il terzetto d'attacco a disposizione di Guardiola) nel Barcellone ne hanno fatti rispettivamente 14 e 10, per trovare il partner d'attacco di Cristiano Ronaldo bisogna scendere fino a 7 reti dove si trova l'argentino Higuain che però è fuori per infortunio. A 5 reti si trovano i due centrocampisti più offensivi di Mourinho: si tratta di Angel Di Maria e Mesut Ozil che non hanno trovato in modo costante la via del gol. A gennaio è finalmente tornato a disposizione un pezzo da novanta come il brasiliano Ricardo Kakà che sta cercando di trovare la forma migliore nel minor tempo possibile.

Ecco perchè che le lamentele di Josè Mourinho alla ricerca di una punta in grado di essere letale in chiave realizzativa sono giustificate dai numeri. Karim Benzema non convince il tecnico portoghese che ha due sogni nel cassetto: Emmanuel Adebayor del Manchester City e Ruud Van Nistelrooy dell'Amburgo che conosce molto bene l'ambiente a Madrid avendo giocato proprio con il Real dal 2006 al 2010 siglando 49 reti in 72 gare totali. Dopo l'1-1 ad Almeria Mourinho ha avuto da ridire con il direttore di gara del match, reo di aver commesso più di un errore durante la gara, e ha continuato la querelle con Jorge Valdano, dirigente ed ex calciatore del Real Madrid, che ha risposto così alle richiesta di una punta da parte dello 'Special One': 'Oggi il '9' l'avevamo. In panchina'. Chiaro il riferimento a Karim Benzema (23enne attaccante francese del Real Madrid), relegato secondo Valdano troppo spesso in panchina, nonostante sia un patrimonio della società per cui sono stati investiti ben 35 milioni di euro nella milionaria campagna acquisti dell'estate 2009.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017