Excite

Letta a Unicredit: "Siate indulgenti con la Sensi, ve lo chiede Berlusconi"

La Roma diventa questione politica. Lo lascia chiaramente intendere l'indiscrezione riportata dalla Gazzetta dello Sport. Silvio Berlusconi, attraverso Gianni Letta, si sarebbe rivolto direttamente ai vertici unicredit: "Siate indulgenti con lei, la sua famiglia ha dato tanto alla Roma e al calcio italiano. È lui a chiedervelo". Lei è Rosella Sensi, lui Silvio Berlusconi. L'incontro tra le parti si è tenuto a Palazzo Chigi, il 27 luglio scorso.

Così come riporta il quotidiano sportivo, Rosella Sensi non ha pagato le rate relative a dicembre 2008 e luglio 2009 del riscadenziamento del debito Italpetroli, e il disavanzo della holding, controllante della Roma, ha sforato i 400 milioni. Soprattutto per questo motivo Unciredit ha accolto la proposta di Letta: "Evitiamo il tribunale, ma vendere la Roma è l'unica via d'uscita", la risposta della banca.

L'unica proposta valida resta la pista russa. Si tratterebbe di un gruppo serio e, soprattutto, facoltoso. In questi giorni, si legge ancora sulla Gazzetta dello Sport, sarebbe molto attivo anche Massimo D'Alema. Da tifoso, e non solo, contatta spesso l’a.d. di UniCredit Profumo per avere aggiornamenti. Ma al capezzale giallorosso c'è anche il sindaco capitolino Alemanno che sulla vicenda ha messo spesso becco. Tutto ciò mentre i tifosi restano perplessi. Senza i soldi Champions, non resta che fare le nozze con i fichi secchi: il mercato in entrata è imbarazzante e segna l'arrivo di un solo acquisto, il promettente Guberti arrivato a parametro zero, mentre il rinnovo di Totti fino al 2014 non basta a rassicurare la piazza. La cessione di Aquilani al Liverpool, per 21 milioni di euro, potrebbe dare ossigeno alle casse societarie.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020