Excite

Lega Pro, Potenza si ribella

Il Potenza escluso dal campionato di Lega Pro per illecito sportivo, commesso in occasione della gara tra la compagne lucana e la Salernitana (penalizzata di 6 punti) del maggio 2007, terminata 1-0 in favore dei campani con gol di Arturo Di Napoli, partita che di fatto consegnò ai granata la certezza della promozione in B. La decisione della corte federale, arrivata venerdì, ha gettato nello sconforto la calorosa piazza lucana che adesso chiede giustizia.

Si è trattata della seconda sentenza sul caso Potenza-Salernitana. La prima,giunta nel 2008, portò alla condanna del Potenza a 3 punti di penalizzazione e all'assoluzione della Salernitana. L'emergere di 'fatti nuovi', il coinvolgimento del presidente del Potenza, Giuseppe Postiglione, detenuto dal 23 novembre scorso, in un giro di presunte partite truccate, ha portato alla riapertura dell'inchiesta da parte degli ispettori della Figc e alla nuova condanna. Stavolta non c'è stato scampo neanche per la Salernitana, condannata a 6 punti di penalizzazione. Ultima in serie B, la formazione campana è virtualmente retrocessa in Lega Pro.

LA PROTESTA- Ma Potenza non ci sta. Chiede che, per gli errori di qualcuno, non sia tutta la città a pagare. Domani, ore 18, è prevista una manifestazione presso l'antistadio del 'Viviani'. 'Manifestiamo' si legge sul gruppo di facebook dedicato all'evento 'con la consapevolezza che forse nulla varrà cambiato, ma l'onore e la nostra dignità non ci permettono di stare zitti e subire passivamente questa assurda condanna! manifestiamo per la nostra città, per il nostro orgoglio, per gridare ancora una volta 'Siamo lucani e non molleremo mai'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018