Excite

Lazio-Roma 1-2, Ranieri primo

La Roma vince il derby capitolino e riconquista la testa della classifica, persa momentaneamente dopo il successo dell'Inter sulla Juve nell'anticpo di venerdì. E'stata una partita spettacolare, sia sul piano dell'intensità che su quello squisitamente tecnico.

Lazio - Roma, le foto più belle della partita

34esima giornata, guarda tutti i gol

Inter, Roma,Milan, chi vince lo scudetto? Vota il sondaggio

RANIERI NEL BENE E NEL MALE - L'allenatore giallorosso sbaglia formazione, affidandosi ad un tridente offensivo (Totti-Toni-Vucinic) che lascia il centrocampo (De Rossi-Pizarro-Perrotta) in balia della Lazio, schierata da Reja con un solido 3-5-2. I biancocelesti, subito costretti a fare a meno di Stendardo, ferito al volto dopo uno scontro con Toni e sostituito da Biava, passano in vantaggio al 14', quando Ledesma imbecca Rocchi che a tu per tu con Julio Sergio non sbaglia. La squadra di Reja imbriglia la Roma, incapace di spunti offensivi e con un Totti ai margini della manovra, andando vicina al raddoppio sul finire del tempo con Floccari che spara alto da buona posizione. Squadre negli spogliatoi, dove Ranieri con coraggio rivolta come un calzino la Roma, cambiamenti radicali che lasciano fuori Totti e De Rossi, per far posto a Taddei e Menez. Gli effetti positivi si notano subito, ma è la Lazio che ha il match ball: al 2' Cassetti commette fallo da rigore su Kolarov, dal dischetto si presenta Floccari, la conclusione dell'attaccante è centrale, Julio Sergio non deve sforzarsi troppo per parare il tiro. E' l'episodio che decide il match, perchè da lì in poi è un'altra partita. All' 8', fallo di Kolarov su Vucinic, penalty calciato dallo stesso montenegrino che trasforma per l'1-1. Il Vucinic show tocca il picco 10' più tardi. Al 18' Menez viene atterrato poco fuori dall'area di rigore, punizione che l'attaccante giallorosso scarica alle spalle di Muslera con una sassata che lascia esterrefatto, quanto immobile, il portiere laziale. 1-2. Roma di nuovo capolista e gara sempre più vibrante. I giallorossi difendono il risultato con i denti, la Lazio ci mette cuore, grinta, anima e il carattere di Mister Reja. L'allenatore goriziano si gioca la carta Zarate, ma non basta. Nel finale espulso Ledesma per proteste, è la resa biancoceleste. Al triplice fischio di Tagliavento rissa che neanche in certe partite di Hockey americano. Una delle poche immagini che ha rovinato un derby molto bello, forse un po' meno per l'Inter.

Nelle altre gare di giornata, preziosa vittoria per la Samp,2-1al Milan. I blucerchiati occupano asdesso il quarto posto solitario, l'ultimo utile per il pass Champions, grazie al contemporaneo pari, 2-2, del Palermo a Cagliari. Bene il Napoli, 1-2 a Bari. Sucesso del Genoa a Parma, 2-3.

In coda, 1-1 tra Udinese e Bologna, pari anche tra Catania e Siena, 2-2. Vittoria preziosa dell'Atalanta sulla Fiorentina, piegata 2-1. Nell'altro anticipo di ieri 2-0 del Chievo sul Livorno.

 (foto © LaPresse)

Risultati 34esima Giornata
Inter 2-0 Juventus
Chievo 2-0 Livorno
Atalanta 2-1 Fiorentina
Bari 1-2 Napoli
Cagliari 2-2 Palermo
Catania 2-2 Siena
Parma 2-3 Genoa
Sampdoria 2-1 Milan
Udiense 1-1 Bologna
Lazio 1-2 Roma
Prossimo turno (35esima giornata, 24-25 apr)
Inter-Atalanta
Palermo-Milan
Udinese-Siena
Livorno-Catania
Juventus-Bari
Fiorentina-Chievo
Bologna-Parma
Genoa-Lazio
Napoli-Cagliari
Roma-Sampdoria
Classifica
Roma 71
Inter 70
Milan 64
Sampdoria 57
Palermo 55
Napoli 52
Juventus 51
Genoa 48
Parma 46
Fiorentina 46
Bari 43
Chievo 41
Cagliari 41
Catania 40
Udinese 39
Lazio 37
Bologna 36
Atalanta 34
Siena 30
Livorno 26

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019