Excite

Lazio, Reja si lamenta: "Gli episodi li abbiamo visti tutti"

Quando le cose non vanno per il verso giusto si cerca sempre una giustificazione valida per commentare l'accaduto. Edy Reja, tecnico della Lazio, cerca di allontanare le critiche piovutegli addosso spostando l'attenzione sui torti arbitrali subiti dalla formazione biancoceleste: 'La squadra si sente penalizzata. Di certo c'è girata male, ma ultimamente abbiamo di che lamentarci, soprattutto nel momento decisivo del campionato. Qualche colpa è anche nostra, ma gli episodi hanno determinato le sorti del mio gruppo'.

Il tecnico non lascia spazio ad interpretazioni analizzando la questione con particolare cura in conferenza stampa: 'Gli episodi li hanno visti tutti, ma abbiamo sempre cercato di cancellarli e pensare alle partite - attacca Reja - Forse io ho esternato determinate cose al presidente, ma i giocatori hanno fatto il massimo, e poi non è giusto dargli alibi. Per quanto mi riguarda sono il primo a mettersi in discussione: ho fatto cose importanti, molte buone, e in qualche cosa sono sicuramente mancato. In generale mi sembra comunque di poter dare un voto buono alla squadra e anche alla società: siamo in crescita. Il rammarico resta anche perché, guardando i risultati delle altre, forse sarebbe bastato un punto. Ora pensiamo al Genoa e a fare sei punti. I bilanci li faremo a fine campionato, anche se ormai non dipende solo da noi. Spero che Chievo e Catania facciano in pieno il loro dovere'.

Si parla poco di calcio e molto di altro con l'Olimpico che domani pomeriggio nell'anticipo della 37° giornata di Serie A potrebbe accogliere il tecnico con qualche fischio: 'Mi fischiavano quando eravamo secondi, non sarebbe una novità, i tifosi hanno il diritto di manifestare il loro dissenso. Dico solo che le considerazioni bisogna farle alla fine, ma prima giochiamoci tutte le nostre chance, anche perché se andassimo in Europa, sarebbe comunque una stagione ottima. Questo ci va riconosciuto e i ragazzi meritano più considerazione a Roma'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017