Excite

Lazio-Inter 1-0, Klose stende i nerazzurri. Guarin e Cassano fermati dal palo

  • Getty Images

Lazio-Inter è uno snodo importante per entrambe le squadre. La squadra di Petkovic deve continuare la corsa verso il vertice della classifica dopo la prestazione opaca di Bologna. I nerazzurri guidati da Stramaccioni devono confermare che il periodo buio è alle spalle. La vittoria contro il Napoli è valsa il secondo posto ma non ha dissipato i dubbi sulla reale consistenza delle ambizioni scudetto dei milanesi.

I biancocelesti propongono il solito 4 5 1 con Klose rientrato al centro dell’attacco anche se non in perfette condizioni fisiche. Stramaccioni opta per il 4 3 1 2 con l’ispiratissimo Guarin alle spalle del duo Cassano Milito anche se spesso il barese retrocede sulla tre quarti a prender palla.

Guarda il video di Lazio-Inter

Il primo tempo non offre grosse emozioni. L’Inter è molto bloccata dietro e Cassano non riesce a fare la differenza come dovrebbe. I palloni per Milito arrivano con il contagocce e per la difesa capitolina è fin troppo facile arginare l’argentino. La Lazio prova a fare la partita ma la superiorità mostrata sulla fascia di competenza di Stefano Mauri non sfocia in occasioni di rilievo. I padroni di casa reclamano un rigore per un fallo di Pereira su Klose. Il sudamericano non stende volontariamente il tedesco e l’arbitro fa cenno di continuare.

Stramaccioni capisce di dover cambiare qualcosa e nel secondo tempo cambia la disposizione in campo. Lasciando Milito unica punta e portando un terzo uomo alle sue spalle a far compagnia a Cassano e Guarin. Il cambio dà subito ottimi risultati. Al sessantasettesimo una puntata di Guarin supera Marchetti ma si infrange contro il palo.

Passano pochi minuti ed è Cassano a sfiorare il gol. Il talento di Bari vecchia sfugge alla guardia della difesa biancoceleste a tentare il tiro piazzato sul palo più lontano dalle mani di Marchetti. Il pallone è preciso ma ancora una volta è il legno a dire no alle ambizioni nerazzurre. Sulla respinta il più lesto è Nagatomo ma la conclusione è ben parata da Marchetti.

Non si possono fallire occasioni così clamorose e sperare di uscire indenni dall’Olimpico. Nel finale Klose, fin lì piuttosto in ombra, diventa il protagonista della serata. Prima controlla male un bel pallone filtrante, poi si fa spostare da Samuel al momento giusto. Alla terza occasione il campione tedesco non perdona. Mauri inventa un lancio in verticale che solo Klose poteva seguire. Il centravanti della Lazio fa partire un diagonale che non lascia scampo ad Handanovic. E’ il gol della vittoria per la Lazio che si porta al terzo posto ad una sola lunghezza dall’Inter che ha restituito pienamente il debito che aveva con la dea bendata. La squadra di Petkovic si è dimostrata ancora una volta un avversario tignoso con alcune individualità di spicco che troppo spesso vengono sottovalutate. La candidatura della Lazio ad un posto in Champions League è legittima.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017