Excite

Lazio-Cagliari 2-1, Candreva firma la rimonta su rigore. Proteste dei sardi

  • Getty Images

La Serie A inizia il 2013 proponendo i match dell’ultima giornata del girone d’andata. Dopo il pareggio a reti inviolate tra Catania e Torino è la Lazio seconda in classifica a tornare in campo per sfidare il Cagliari in crisi economica e di risultati.

Petkovic ripropone i biancazzurri con il classico 4 1 4 1 con Miroslav Klose unica punta supportato da quattro centrocampisti, Lulic, Hernanes, Mauri e Gonzalez. Ledesma giostra davanti alla difesa a quattro formata da Konko, Biava, Dias e Radu con Marchetti a difesa dei pali.

Guarda il video con i gol di Lazio-Cagliari

Il Cagliari si affida alla velocità di Ibarbo e Sau ed alla qualità di Ekdal e Nainngolan uno degli uomini mercato dei sardi. Tra le pretendenti al centrocampista rossoblu c’è anche la Lazio che questa sera ha ufficializzato l’interesse per Frank Lampard. L’attenzione di tutti i tifosi, però, è sul campo.

Il Cagliari opta per l’occupazione sistematica di ogni centimetro libero della propria metà campo. I sardi si chiudono a riccio e sperano nella ripartenza vincente. La Lazio ha il predominio nel possesso palla ma deve attendere più di un quarto d’ora per registrare la prima conclusione pericolosa verso la porta di Agazzi. E’ Hernanes con una punizione da quasi trenta metri a colpire in pieno la traversa.

La risposta del Cagliari è terrificante. Passa un minuto è Nainngolan pescato perfettamente da Sau impegna Marchetti in una parata che definire decisiva è dir poco. Sulla respinta del portiere di casa è ancora Nainngolan ad arrivare per primo sulla palla ed a spedire verso la rete, ma Dias è pronto a spazzare sulla linea di porta.

La partita s’infiamma. Al ventunesimo Mauri serve Klose in profondità. Il tedesco e Rossettini combattono spalla a spalla ed alla fine il difensore cagliaritano per anticipare il bomber teutonico per poco non insacca nella propria porta. Solo una bella parata di Agazzi evita il peggio per gli ospiti. Alla mezzora è ancora la Lazio a rendersi pericolosa con un tiro di Lulic servito da Mauri che non è riuscito a trovare il tempo giusto per la conclusione a rete. Agazzi blocca.

Detto dell’espulsione dell’allenatore del Cagliari, Pulga, poco dopo la mezzora a seguito di una veemente protesta per un fallo in attacco fischiato a Sau. E’ Klose a sprecare, al trentottesimo, la più limpida palla gol della prima frazione di gioco. Il tedesco, servito alla perfezione da Mauri, salta Agazzi ma non riesce a trovare lo specchio della porta. Si conclude così il primo tempo.

La seconda frazione di gioco inizia con un’altra grossa occasione per la Lazio. Calcio d’angolo battuto da Mauri alla sinistra della porta difesa da Agazzi. Del Fabro nel tentativo di anticipare gli avanti biancocelesti spiazza il suo portiere e la palla finisce sul secondo palo con Biava in tuffo disperato alla ricerca della deviazione vincente.

La partita è molto aperta. Il Cagliari gioca contando sull’ottima prova di Nainngolan e Conti. La Lazio ha in Klose e Mauri una coppia che troppo spesso è lasciata sola, ma che comunque resta pericolosissima. Al sessantesimo arriva il gol di Sau che controlla palla al limite dell’area e fa partire un tiro che si insacca nell’angolo basso alla destra del portiere biancoceleste. Petkovic inserisce Candreva per dare maggiore qualità all’attacco.

La Lazio accusa il colpo e rischia di sbandare in almeno un paio di occasioni. Petkovic inserisce Ciani e Floccari per Dias infortunato e Ledesma nel tentativo di riacciuffare la partita. I padroni di casa, però, sono troppi imprecisi, Hernanes e Ledesma sbagliano molti palloni e persino Klose appare più confusionario del solito.

Al minuto settantotto è Candreva ad impegnare Agazzi in una bella parata a terra. Quinto calcio d’angolo per la Lazio. Il corner è preciso per Biava che spizza la palla sul secondo palo dove si fionda Konko che in spaccata mette in rete. Mancano undici minuti alla fine della partita ed è tutto riaperto.

All’ottantatreesimo c’è l’azione decisiva. Lancio in profondità di Mauri che serve un assist perfetto per Klose. Il tedesco si beve la difesa dei sardi ed arriva a tu per tu con Agazzi. Pallonetto alto ma il portiere travolge l’attaccante e l’arbitro fischia il calcio di rigore.

Le proteste dei sardi sono furiose ed ottengono due cartellini rossi, uno per Agazzi ed uno per Cossu. Sul dischetto si presenta Candreva che piazza la palla nell’angolo basso alla sinistra di Avramov che per poco non para. Il Cagliari non ha più la forza di reagire e la Lazio sfata la maledizione dell’anti-Juve cogliendo una vittoria importantissima con una bella rimonta negli ultimi dieci minuti della gara. Per i sardi è il secondo crollo nel finale, dopo quello con la Juventus, con rigori ed espulsioni annesse. Non può essere un caso.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020