Excite

La tripletta di Cavani fa impazzire il San Paolo: 3-0 alla Juve

Un grande Napoli batte 3-0 la Juventus nel posticipo della 19° giornata grazie alla fantastica tripletta del 'Matador' Edinson Cavani.

Una partita gestita in modo impeccabile dal tecnico partenopeo Walter Mazzarri che grazie a questi tre punti sale a 36 punti in classifica confermandosi al 2° posto in classifica a 4 punti dal Milan capolista. Delneri sceglie dall'inizio una coppia d'attacco pesante con Amauri (e non Del Piero) che va ad affiancare il neo arrivato Luca Toni. Pepe sulla sinistra con Felipe Melo squalificato e Traorè che viene schierato dall'inizio al posto di Grosso. In casa Napoli nessuno stravolgimento rispetto alla sconfitta di Milano contro l'Inter di tre giorni fa con il tridente delle meraviglie Hamsik-Lavezzi-Cavani confermati in avanti.

Guarda le gallery dei match principali della 19° giornata

Fa tutto Edinson Cavani nel primo e nel secondo tempo: al 20' porta in vantaggio il Napoli sfruttando nel migliore dei modi un cross dalla destra di Maggio; al 26' arriva il raddoppio firmato sempre dal 'Matador' su cross di Dossena; nella ripresa al 9' arriva il gol che chiude il match sempre di testa su assist di Hamsik.

Video: Napoli-Juventus 3-0, l'esultanza di Auriemma

Protagonista assoluto del match Edinson Cavani che ha commentato così la vittoria del Napoli ai microfoni di 'Sky': 'Veramente una gioia bellissima vedere questo stadio così, questa gente ti spinge sempre avanti. E' una vittoria meritata e sono felice di questo successo. Prima di tutto sono felice perchè sto aspettando l'arrivo del piccolino (suo figlio, ndr), tutto quello che arriverà in più per la squadra invece vedremo - chiarisce il 'Matador' - Dobbiamo migliorare tanto, dobbiamo cercare di essere più solidi in ogni partita. Dobbiamo continuare con questo ritmo per arrivare in Champions.

Serie A, 19° giornata: ecco risultati e classifica aggiornati

Amareggiato il tecnico bianconero Luigi Delneri: 'Noi stiamo lavorando su un discorso a lungo termine. Questi sono scivoloni che fanno male, bisogna lavorarci sopra e dobbiamo continuare a credere in quello che si fa. Il Napoli ha meritato di vincere. Quest'anno incappiamo in situazioni abbastanza difficili come Quagliarella, Iaquinta, Felipe Melo. Non dobbiamo giocare solo con la palla alta, non facendo girare il pallone come siamo soliti fare. Le squadre forti però devono credere in questo progetto e portarlo avanti. Continuare con più assiduità - precisa il tecnico juventino - La società ha comunicato che deve guardare all'economia: andiamo avanti domenica dopo domenica. Non possiamo combattere con il Manchester City che spende più di 30 milioni di euro per prendere Dzeko. Toni? Ha fatto bene ma va servito meglio.

Umore completamente diverso quello del tecnico del Napoli Walter Mazzarri: 'Grinta, coraggio e gioco perchè al di là del risultato è un piacere vedere come abbiamo costruito i primi due gol sulle fasce: due gol in fotocopia uno sulla destra e uno sulla sinistra. Anche con l'Inter comunque la prestazione non è stata brutta, ci è andato tutto storto. A questi giocatori gli farei un monumento - dichiara soddisfatto Mazzarri - Quando un gruppo risponde così in un anno e tre mesi. E' vero, si può sempre migliorare ma dobbiamo rispettare questa rosa che merita tanto. Per rinforzarla c'è bisogno che ci siano giocatori forti. Questa squadra ha un'anima, non molla mai. C'è sempre in campo, dà sempre tutto. E' difficile parlare di rinforzi con un gruppo così. Cavani? Un minimo di merito ce l'ho anche io ovviamente. E' giusto prendersi i giusti meriti nella crescita di Edinson. Mercato? Levare il posto in questo momento a Pazienza è dura. Io per ora mi accontento anche di quello che ho, se arriva qualcuno a migliorare la rosa ben venga ma deve entrare subito negli schemi'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018