Excite

La rabbia di Mourinho: "Qui comando io"

"Chi pensa solo a se stesso e non a ciò di cui ha bisogno la squadra, con me non gioca". E' un Josè Mourinho rabbioso quello del post-pareggio con il Genoa. Sotto accusa tre giocatori, rei di non aver seguito le sue indicazioni.

Guarda i video di Inter-Genoa 0-0 e delle altre partite

"L'allenatore è sempre responsabile - dice il tecnico- ma i giocatori devono fare quello che chiedo io. E nel secondo tempo non sempre è successo. Evidentemente, qualcuno ancora non mi conosce bene. Chissà martedì quando farò le convocazioni per la Fiorentina...", tuona Mourinho.

"Forse l'allenatore del Genoa ha più potere mentale sui suoi giocatori di quanto ne abbia quello dell'Inter, quindi devo dimostrare ai miei che qui uno solo comanda, lasciando due o tre giocatori a casa mercoledì. E' facile capire chi starà fuori: basta guardare con attenzione questa partita". Mourinho si riferisce a Cruz, Obinna e Balotelli: "Dalle due ali volevo ampiezza e i due centravanti dovevano stare nella stessa verticale a qualche metro di distanza e invece non ho visto tutto ciò".

Alibi stanchezza? "Stanco - dice Mourinho - è il padre di famiglia che torna a casa dopo 15 ore di lavoro per poche centinaia di euro di stipendio".

Il nuovo look di Mourinho

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017