Excite

Juventus, Platini: "Gli scudetti sono ventinove, ma gli altri arriveranno presto"

  • Getty Images

Michel Platini è stato una bandiera della Juventus. L'ideale successore di giocatori come Omar Sivori e Giampiero Boniperti e il precursore di Roberto Baggio e Alessandro Del Piero. Una volta lasciata la maglia numero dieci della Juventus ha fatto per un breve periodo l'allenatore della Francia per poi passare dietro la scrivania e raggiungere risultati importanti che lo hanno portato fino alla poltrona di presidente dell'UEFA.

Nonostante tutto, però, è ancora molto legato alla famiglia Agnelli ed alla Juventus. Proprio per questo le sue parole dovrebbero far riflettere Andrea Agnelli e tutti i tifosi juventini che di sicuro lo hanno amato e lo amano ancora oggi. Platini, interpellato sul numero di scudetti della Juventus, è stato molto chiaro, "Capisco la gente, che è innamorata della Juventus e che non vuole rischiare di lasciare due scudetti. Questi sono i tifosi, ma dopo, poi, c’è la giustizia, ci sono le regole che li hanno tolti. Dobbiamo scegliere sempre la giustizia. La Juve ha pagato, ma poi li farà 31 o 30. Penso che a livello nazionale e internazionale, la Federcalcio, la Lega, ha il conto giusto e non quello che pensa Andrea".

Durante l'intervista concessa a Sky il presidente dell'UEFA ha toccato altri temi importanti. Innanzitutto il razzismo schierandosi dalla parte di Rocchi che ha deciso di fermare Milan-Roma. Platini, però, ha specificato che l'Italia non è un paese razzista e che certi episodi sono solo frutto della stupidità di pochi.

Michel Platini ha toccato anche l'aspetto tecnico societario della Juventus. Secondo il fuoriclasse francese c'è troppa attenzione su Antonio Conte che è stato sicuramente determinante, ma esattamente come chi lo ha scelto e come chi ha scelto i giocatori che sono i veri protagonisti delle vittorie, "Conte è importante, ma sono i giocatori che vincono le partite".

L'intervista si è chiusa con un complimento che farà sicuramente piacere ad Andrea Agnelli, "Ha la stessa passione dell'Avvocato. E' bello ritrovare un Agnelli alla guida della Juventus".

Guarda un'intervista a Michel Platini

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018