Excite

Juventus-Parma 2-0, i bianconeri partono con il piede giusto

  • Infophoto

La Juventus punta a ripetersi e lo si capisce fin dalla prima partita. Come l’anno scorso è il Parma il primo avversario dei bianconeri che dopo un primo tempo tutt’altro che irresistibile regolano gli emiliani con un uno-due firmato da Lichtsteiner e Pirlo. La Juventus si schiera con il solito 3-5-2. Storari in porta. Difesa a tre con Bonucci e Barzagli a fare da scorta al giovane Marrone, ottima prova la sua. A centrocampo Vidal, Pirlo e Marchisio ad occupare il centro mentre Asamoah e Lichtsteiner si scatenano sulle fasce. Coppia d’attacco light con Vucinic e Giovinco.

Il Parma di Donadoni, sceso in campo a Torino con il chiaro intento di portar via un punto, si schiera con un 3-5-2 speculare a quello dei bianconeri. A fine gara si può affermare che i duelli singoli sono stati vinti dai bianconeri in ogni zona del campo. Solo Valdes e Biabiany hanno provato qualcosa di diverso per mettere in difficoltà la retroguardia della Juve.

Nel primo tempo la Juventus mantiene il predominio del terreno di gioco ma non riesce a trovare spunti degni di nota. La prima mezzora scivola via senza emozioni. Al 32’ una fiammata bianconera produce un rigore scaturito da un’azione in fuorigioco di Lichsteiner atterrato da Mirante. Il tiro di Vidal dal dischetto è fiacco e Mirante non ha difficoltà a parare.

Il primo tempo si conclude con Vucinic che tenta una magia per cogliere Mirante fuori posizione ma il pallone termina alto. Nel secondo tempo la Juventus entra in campo con uno spirito diverso e per il Parma è notte fonda.

Asamoah, con Pirlo il migliore in campo per la Juventus, comincia a macinare gioco sulla fascia sinistra. Il primo assist è per Vidal che non chiude bene sul secondo palo. Passa qualche minuto e tocca a Vucinic mandare alle ortiche una buona azione offensiva. Il Parma è alle corde. Al minuto 54’ è Asamoah a travolgere tutto e tutti sull’out di sinistra. Cross rasoterra sul quale irrompe Lichtsteiner che firma il primo goal della Juventus campione d’Italia.

Non c’è nemmeno il tempo di riorganizzarsi che Pirlo con una punizione beffarda coglie impreparato Mirante. Il portiere emiliano blocca la palla ma secondo l’arbitro di porta lo fa ben oltre la linea bianca ed è il 2-0. Il Parma non ha la forza per reagire e la partita scivola via fino al novantesimo con la Curva Scirea che intona cori per Alessandro Del Piero.

La Juventus ha evidenziato i soliti problemi di finalizzazione, la squadra manca di qualcosa in avanti. Il Parma non sa far gioco ed in avanti ha perso Giovinco. Per gli emiliani non si annuncia una stagione facile anche se non tutti gli avversari sono la Juventus. I bianconeri hanno ripreso da dove avevano lasciato, il messaggio al resto delle pretendenti è chiaro. La Juve ha ancora fame.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020