Excite

Juventus-Milan 3-2: Pirlo sbaraglia i rossoneri, per Mexes è una serata folle

  • Getty Images

La Juventus batte il Milan al termine di una gara dura, spigolosa e combattuta. I bianconeri restano nella scia della Roma e non perdono contatto dal Napoli di Benitez. Per i rossoneri, precipitati a distanza siderale dalle posizioni di testa, è il momento di tenere la testa bassa e credere nel lavoro del tecnico e nel recupero dei tanti infortunati. Conte non abbandona il 3 5 2 e tiene Pogba in panchina. Allegri conferma il 4 3 1 2 con Matri e Robinho in attacco.

Il Milan parte ventre a terra e alla prima azione mette la palla in rete. Sono passati meno di trenta secondi quando un tiraccio di Nocerino diventa un assist perfetto per Muntari appostato sul secondo palo. Il centrocampista rossonero non ha difficoltà a girare in rete. Il gol sveglia la Juventus che reagisce imbastendo un quarto d’ora di grande calcio.

La porta di Abbiati è oggetto di un vero e proprio bombardamento. Quagliarella, Asamoah e Chiellini iscrivono il proprio nome nella lista delle conclusioni pericolose. Il gol è nell’aria e arriva al quindicesimo minuto. Pirlo disegna una punizione velenosa che sorprende Abbiati e manda in visibilio lo Juventus Stadium. Il pareggio spegne il furore agonistico dei padroni di casa. Il Milan controlla bene il match per tutto il primo tempo.

La ripresa inizia con il pugno che Mexes rifila a Chiellini su un calcio d’angolo. L’arbitro ed i suoi collaboratori non vedono e si prosegue senza interventi disciplinari. Conte cambia la gara con gli innesti di Pogba per l’inesistente Padoin e di Giovinco per uno stanchissimo Quagliarella. Vidal serve la formica atomica che scherza Zapata e infila Abbiati. E’ il delirio per i tifosi bianconeri.

Mexes perde la testa e nel giro di quattro minuti si fa espellere per doppia ammonizione. Veramente una brutta serata per il francese. Il colpo del knockout definitivo arriva proprio dalla punizione susseguente al fallo di Mexes. Pirlo dipinge una traiettoria beffarda che si ferma solo grazie alla traversa. Sulla respinta il primo ad arrivare è Chiellini che sigla il 3-1.

La reazione del Milan è puro orgoglio. Muntari accorcia le distanze con un tiraccio deviato da Bonucci e Zapata, in pieno recupero, colpisce di testa facendo tremare tutto lo stadio. Finisce con la vittoria della Juventus, giusto così.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020