Excite

Juventus-Lazio 1-1, botta e risposta tra Peluso e Mauri. Vidal colpisce il palo

  • Getty Images

Prima semifinale della Coppa Italia edizione 2012-2013. La Juventus campione d’Italia riceve la Lazio di Vladimir Petkovic che anche in campionato tallona i bianconeri a cinque punti di distanza. Conte schiera il classico 3 5 2 anche se Matri è sostanzialmente l’unica punta. Storari difende i pali, difesa a tre con Marrone, Barzagli e Bonucci. Centrocampo a cinque con Pogba in cabina di regia con Vidal e Giaccherini di supporto. Sulle fasce ci sono Isla e Peluso con Marchisio dietro l’unica punta.

Petkovic decide di schierare la lazio con uno schema speculare, il 3 5 1 1, a quello dei campioni d’Italia. Marchetti in porta, Biava, Cana e Ciani in difesa. Centrocampo di grande qualità con Gonzalez, Ledesma ed Hernanes al centro. Lulic e Cavanda sulle corsie laterali. Mauri dietro Floccari unica punta.

Guarda il video con i gol di Juventus-Lazio

La partita inizia subito male per la Juventus. Bonucci si infortuna alla schiena in un intervento di gioco e sarà costretto a lasciare il campo per far posto a Caceres poco prima della fine del primo tempo. La prima occasione è per i bianconeri con Marchisio che crea qualche grattacapo a Marchetti con una bella incursione.

La Lazio, però, si sistema bene in campo ed i palleggiatori biancocelesti riescono ad irretire i padroni di casa. La prima mezzora passa senza grossi sussulti da una parte e dall’altra. La Lazio dà l’impressione di riuscire a controllare senza grosse difficoltà le folate offensive della Juve che risente della serata difficile di Pogba.

I capitolini non si limitano a controllare. Poco dopo la mezzora Mauri sfrutta un errore di Marrone e per poco non mette in rete il gol del vantaggio ospite. E’ Barzagli a sbrogliare la matassa con Storari irrimediabilmente battuto.

Il primo vero tiro in porta della Juventus arriva alla fine del primo tempo con Giaccherini che dalla distanza impegna Marchetti in tuffo. La seconda frazione di gioco inizia con la Juventus che schiaccia la Lazio nella propria metà campo. L’occasione migliore arriva al minuto cinquantaquattro con Matri perfettamente pescato in area da Marrone. Il tiro dell’attaccante bianconero è destinato al fondo del sacco ma Marchetti si supera e mette in angolo.

La Juventus riesce a passare al minuto sessantatré sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il cross viene girato in rete da Peluso che sale letteralmente in cielo, probabilmente appoggiandosi sulle spalle di Cana. Le proteste della Lazio in campo e di Petkovic fuori non smuovono l’arbitro che convalida il gol. Il vantaggio fa cambiare idea a Conte che stava per inserire Vucinic.

La Lazio traballa ed al sessantacinquesimo la Juve sfiora il raddoppio con Matri pescato con un lancio lungo da Barzagli. Il tiro del centravanti ex Cagliari termina al lato del palo alla destra di Marchetti. Petkovic prova a sistemare le cose inserendo Candreva al posto di Ledesma. Conte risponde inserendo De Ceglie per Peluso.

La Juve è padrona del campo ed al settantaduesimo va di nuovo vicina al raddoppio. Gran palla in profondità per l’inserimento di Vidal che tocca in diagonale sull’uscita di Marchetti e colpisce in pieno il palo. Sugli sviluppi dell’azione un cross di Barzagli trova ancora Vidal tutto solo sul secondo palo ma il cileno mette fuori da pochi passi.

Conte capisce di poter chiudere il discorso qualificazione e sostituisce Marchisio con Vucinic che è partito dalla panchina perché non ha i novanta minuti nelle gambe. La sfida tra Vidal e Marchetti continua. Al minuto settantanove va in onda l’ennesimo episodio. Lancio dalla tre quarti di Vucinic e colpo di testa di Vidal che sembra scavalcare Marchetti. Il portiere biancazzurro con uno splendido colpo di reni salva la palla sulla linea.

Petkovic toglie Hernanes e mette Brocchi e cambia Biava con Radu tornando alla difesa a tre. Il cambio ha gli effetti sperati. La Lazio pareggia all’ottantacinquesimo sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Il pallone filtra, per la spizzata di Vucinic, sul secondo palo, dove è appostato Mauri che in scivolata spedisce il pallone in porta con Storari che non riesce ad impedire il gol.

La Juventus prova a riportarsi in vantaggio ma Marchetti si dimostra una volta di più il miglior portiere italiano dopo Buffon. Il pareggio è sostanzialmente un risultato giusto, anche se la Juventus ha avuto il torto di non chiudere la partita nella ripresa quando la Lazio è arretrata troppo davanti al proprio portiere. Il ritorno si giocherà allo stadio Olimpico di Roma il 29 gennaio. Domani è in programma l’andata della seconda semifinale tra Inter e Roma.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020