Excite

Juventus-Fiorentina 1-1: super Vidal non basta, Mario Gomez firma l'impresa dei viola

  • Getty Images

La gara d’andata degli ottavi di finale di Europa League tra Juventus e Fiorentina ha regalato grande spettacolo per un tempo ed un risultato poco pronosticato alla vigilia. La squadra di Montella ha meritato il pareggio perché nel secondo tempo è stata l’unica a provarci. I bianconeri si sono adagiati troppo presto sul risultato di uno a zero, Conte ha gestito male il turnover, troppo massiccio, ed ha effettuato qualche cambio poco comprensibile soprattutto nel finale. Al ritorno a Firenze sarà battaglia, sportiva, a tutti gli effetti e di sicuro nel capoluogo toscano c’è più di una persona che sogna di far rimangiare, ai bianconeri, le dichiarazioni degli ultimi giorni.

La Juventus propone il solito 3 5 2 con Osvaldo e Giovinco coppia d’attacco. Montella, un po’ a sorpresa, copia il turnover del tecnico bianconero e lascia in panchina Pasqual e Cuadrado. In campo c’è Borja Valero e la differenza rispetto alla gara di campionato si nota. L’inizio della gara, però, è tutto per la Juventus. Osvaldo scodella una bella palla a centro area, Giovinco sbaglia il controllo e la palla termina sui piedi di Vidal che la scaraventa in rete. Non sono passati nemmeno tre minuti ed i bianconeri sono già in vantaggio.

I primi dieci minuti dei padroni di casa sono terrificanti e la Fiorentina rischia in più di un’occasione di capitolare definitivamente. La scelta di Montella di non coprire Asamoah e Isla sulle fasce non sembra vincente. Il primo squillo viola è al quarto d’ora. Una conclusione di Aquilani trova Matri poco pronto alla deviazione vincente. E’ l’inizio di un buon momento per i toscani che sfiorano il pareggio con una bella percussione di Fernandez che con un diagonale impegna severamente Buffon. Sulla respinta si avventa Borja Valero ma Ogbonna in spaccata lo anticipa salvando un gol già fatto. Dall’altro lato del campo Vidal è letteralmente indemoniato. Il cileno impegna severamente Neto con un colpo di testa indirizzato nell’angolo basso alla sinistra del portiere viola.

Il centrocampista bianconero, quaranta gol con la Juventus, è il pericolo pubblico numero uno. Al trentasettesimo Pirlo lo trova a centro area. Il colpo di testa di Vidal è preciso ma l’urlo di gioia gli muore in gola. La palla si stampa sulla traversa. Il primo tempo si chiude con un tiro di Borja Valero che attraversa una foresta di gambe e va a morire a pochi centimetri dal palo con Buffon vanamente proteso in tuffo. Nel secondo tempo il ritmo cala spaventosamente e la gara si avvia verso una tranquilla conclusione. La girandola delle sostituzioni porta Conte a sostituire Osvaldo con Pogba regalando metri di campo alla Fiorentina che ne approfitta immediatamente.

Ilicic inventa un assist perfetto per Mario Gomez, entrato da poco, che si beve Ogbonna e trafigge Buffon in uscita. Il pareggio gela lo Juventus Stadium e dà la scossa alla Fiorentina che prova addirittura a segnare il gol della vittoria. Gomez è scatenato ed Ogbonna è in grandissima difficoltà. I viola ci provano anche da fuori area con Vargas e Borja Valero ma Buffon si fa trovare pronto. La reazione della Juventus è tutta in una combinazione tra Pogba e Llorente con la conclusione del francese che fa correre più di un brivido sulla schiena di Neto e compagni.

Gran partita della Fiorentina che ha dimostrato, ancora una volta, di avere l’antidoto per stoppare la corsa inarrestabile della Juventus di Antonio Conte. La gara di ritorno promette tensione alle stelle e grande spettacolo. Staremo a vedere.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020