Excite

Italia-Malta, gli azzurri deludono ma vincono con i goal di Destro e Peluso

  • Infophoto

L’Italia di Cesare Prandelli, nella bella serata di Modena, cerca risposte e goal. Lo schema di gioco è diverso rispetto alla difficile trasferta di Sofia. Buffon a difesa dei pali, davanti a lui una difesa a quattro con Peluso, Barzagli, Bonucci e Cassani. Il centrocampo si muove sotto la regia di Andrea Pirlo con Nocerino e Marchisio ai lati. Diamanti giostra dietro le due punte Osvaldo e Destro.

Al primo vero affondo l’Italia va in goal. Palla in area di Marchisio che Mattia Destro converte in goal per la sua prima marcatura con la maglia azzurra. L’attaccante della Roma probabilmente è partito in posizione di fuorigioco.

Guarda i goal di Italia-Malta

Malta ci mette tanta buona volontà, ma ad ogni affondo l’Italia arriva davanti alla porta di Hogg. All’undicesimo una punizione di Andrea Pirlo impegna il portiere che riesce a mettere in calcio d’angolo.

Passano due minuti ed Osvaldo sfiora il raddoppio. Su un calcio d’angolo dalla sinistra anticipa difensori e portiere ma non riesce a trovare la porta. La partita è piuttosto monotona. Gli azzurri cercano il goal ma non si dannano per trovare il raddoppio. Malta dal canto suo fa quel che può. Il primo tiro verso la porta di Buffon è di Mifsud poco dopo la mezzora e termina al lato. Malta prende coraggio e dopo tre minuti è Bogdanovic a provarci dalla distanza. Il tiro è centrale ma Buffon per non correre rischi alza in angolo.

E’ un fuoco di paglia perché il controllo del match torna all’Italia che però porta avanti una pressione costante ma sterile. Hogg non corre ulteriori pericoli ed il primo tempo termina con il risultato di 1-0.

Nel secondo tempo Prandelli prova a dare un po’ di brio all’attacco azzurro togliendo uno spento Diamanti ed inserendo Insigne. Il cambio infiamma il pubblico e dà un po’ varietà all’attacco, ma per vedere un’azione da goal bisogna attendere il 57’ quando è Nocerino a provare il tiro a rete. La conclusione del centrocampista del Milan è fiacca ed il portiere maltese seppure con qualche difficoltà non si fa sorprendere.

A metà secondo tempo Prandelli prova ancora una volta a mischiare le carte, toglie Osvaldo ed inserisce Pazzini. Alla mezzora è proprio l’attaccante del Milan ad avere una buona occasione. Bella palla di Insigne per Pazzini che all’altezza dell’area piccola non riesce a mettere in rete.

A otto minuti dal termine Prandelli mette fuori Destro che non ne ha più ed inserisce Sebastian Giovinco sperando nel guizzo dell’attaccante della Juventus. L’Italia riesce a produrre solo una serie di mischie. Per fortuna in pieno recupero arriva il raddoppio. Dal calcio d’angolo Pirlo mette una palla sul primo palo dove spizza Peluso che coglie di sorpresa la difesa maltese. E’ il 2-0 finale.

Le risposte che ha dato l’Italia dopo questo doppio impegno che ha inaugurato le qualificazioni ai mondiali del 2014 sono molto negative. Dopo il pareggio di Sofia che è stato accolto anche con soddisfazione c’è stata la bruttissima prova al cospetto di Malta che non vale una squadra di medio bassa classifica di Serie B italiana. Manovra confusionaria e totale inefficacia degli attaccanti. Gli azzurri dovranno impegnarsi molto di più se vorranno arrivare ai Mondiali senza soffrire.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018