Excite

Italia- Croazia sospesa per scontri e lancio di fumogeni: a San Siro finisce 1 a 1

  • Getty Images

Finisce 1 a 1 la sfida a San Siro tra Italia e Croazia dopo novanta minuti e oltre di grande tensione. In particolare ad alzare la temperatura del match ci hanno pensato gli oltre seimila tifosi croati arrivati a Milano per assistere alla sfida di qualificazione ad Euro 2016. L'arbitro olandese Kuipers, infatti, al minuto 76 è stato costretto ad interrompere la partita a causa del reiterato lancio di fumogeni in campo provenienti dal settore ospiti. Alla sospensione (di 5' minuti circa) hanno fatto seguito alcuni momenti di tensione sugli spalti, con la Polizia costretta ad intervenire a calmare la situazione. Dopo pochi minuti, nei quali le squadre avevano fatto ritorno negli spogliatoi, il match è potuto regolarmente riprendere fino al termine.

Una bella partita nel complesso che ha visto gli azzurri, in formazione rimaneggiata a causa degli infortuni, andare in vantaggio all'undicesimo minuto grazie ad una conclusione di Candreva dal limite dell'area. Al vantaggio, però, ha subito fatto seguito il ritorno in partita della Croazia che, al quindicesimo, ha trovato il pareggio con Perisic aiutato anche da un errore di Buffon. Da quel momento i croati hanno mostrato tutta la loro qualità di palleggio prendendo in mano il pallino del match senza però trovare grandi occasioni da gol (l'unica con Olic di testa al 44esimo su un'uscita imperfetta di Buffon salvato da Ranocchia sulla linea). Secondo tempo che comincia con lo stesso copione, poi gli ingressi di El Sharaawy e Pellè danno vivacità alla nazionale azzurra fino al minuto 76 e all'interruzione per il lancio di fumogeni. Ritmo spezzato e gara che si avvia verso il pareggio senza ulteriori emozioni. Non è così perchè all'86esimo minuto Perisic si inserisce bene, ma a tu per tu con Buffon non c'entra lo specchio della porta. i tre minuti di recupero non aggiungono nulla.

Con questo pareggio Italia e Croazia rimangono appaiate al primo posto del girone H salendo a 10 punti. Dietro queste due accorcia la Norvegia che, grazie al successo per 1 a 0 in Azerbaigian, sale a quota 9 in classifica. Perde terreno, invece, la Bulgaria che pareggia in casa contro Malta al termine di un match rocambolesco nel quale ha fallito un calcio di rigore con Popov ad un quarto d'ora dal novantesimo. I bulgari ora sono a quota 4 nel girone con Malta che conquista il primo punto. Prossimo appuntamento con le qualificazioni ad Euro 2016 fissato per fine marzo 2015, la nazionale di Conte, invece, tornerà in campo martedì sera Genova contro l'Albania.

Guarda il video degli scontri e la sospensione di Italia- Croazia

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018