Excite

Italia-Croazia 1-1 e Spagna-Irlanda 4-0, le combinazioni per qualificarci

  • Infophoto

Italia-Croazia 1-1, un pareggio che delude i tifosi Azzurri e soprattutto fa ritornare l'incubo "biscotto", con la clamorosa uscita dagli Europei di 8 anni fa dopo un temuto (e puntualmente avvenuto) 2-2 tra Svezia e Danimarca.

La seconda partita della nazionale di Prandelli agli Europei 2012 non conferma del tutto quanto di buono si era visto con la Spagna. Gli Azzurri hanno disputato un buon primo tempo trovando il gol con una fantastica punizione di Andrea Pirlo: era il 39' e per l'Italia a quel punto era solo necessario continuare a fare il suo gioco per cercare la rete della sicurezza. Non male la prestazione di Balotelli nel primo tempo, negativa quella di Cassano.

Video: Mario Monti e Hollande interrotti da un boato al gol di Pirlo

Nella ripresa l'Italia appare sotto tono ma comunque dà l'impressione di poter tenere a bada l'energica Croazia. Prandelli toglie al 17' Motta e al 24' Balotelli, per loro entrano Montolivo e Di Natale: stavolta non decisiva la staffetta tra i due attaccanti, anzi gli Azzurri senza Supermario hanno potuto tenere di meno il pallone, i piccoli Di Natale e Cassano hanno perso troppi contrasti con i muscolosi difensori avversari.

Così al 27' la doccia fredda, che arriva con un cross apparentemente innocuo: Chiellini salta ma non raggiunge il pallone, che finisce tra i piedi di Mandzukic che controlla e da pochi passi tira di potenza e precisione trafiggendo l'incolpevole Buffon.

L'assalto azzurro non è come i tifosi avrebbero voluto, pochi i tiri in porta, tanta confusione nella manovra della Nazionale con Prandelli che gioca negli ultimi 10 minuti la carta Giovinco. Ma non basta, finisce 1-1.

La sera è il momento di Spagna-Irlanda: 4-0 per i campioni di Europa e del Mondo, tutto facile per la Roja trascinata da un rinato Fernando Torres (i gol: Torres al 4' del primo tempo e poi nella ripresa le reti di Silva al 4', Torres al 25', Fabregas al 37') . La squadra di Trapattoni è eliminata, adesso per la qualificazione di Italia, Spagna e Croazia si deciderà tutto all'ultima partita.

Tocca dunque fare calcoli su possibili combinazioni di risultati e classifica avulsa. La situazione attualmente vede Spagna e Croazia a 4 punti e Italia a 2 punti. Partiamo da una premessa abbastanza ovvia: l'Italia è sicuramente fuori se pareggia o perde contro l'Irlanda, dunque stavolta i 3 punti sono obbligatori, ma potrebbero non bastare.

Decisivo per noi dunque anche il risultato di Spagna-Croazia: se una delle due squadre vince, noi saremmo qualificati. Se ci fosse un pareggio per 0-0, saremmo qualificati insieme alla Spagna (questione di gol fatti) a discapito della Croazia. Se ci fosse un pareggio per 1-1, l'Italia per qualificarsi deve vincere 4-2 oppure 5-3 oppure con 3 gol di scarto. Se invece Spagna-Croazia finisse 2-2, 3-3, ecc. l'Italia sarebbe eliminata.

L'appuntamento decisivo con Italia-Irlanda e Croazia-Spagna è per lunedì alle 20.45. Stavolta gli Azzurri devono vincere e segnare tanto, sperando in buone notizie da Danzica.

Tabellino ITALIA-CROAZIA 1-1 (primo tempo 1-0)

MARCATORI: 39' pt Pirlo; 27' st Mandzukic. ITALIA (3-5-2): Buffon; Bonucci, De Rossi, Chiellini; Maggio, Marchisio, Pirlo, Thiago Motta (17'st Montolivo), Giaccherini; Balotelli (24'st Di Natale), Cassano (38'st Giovinco). (Sirigu, De Sanctis, Ogbonna, Balzaretti, Abate, Barzagli, Diamanti, Nocerino, Borini). All. Prandelli. CROAZIA (4-4-2): Pletikosa; Srna, Corluka, Schildenfeld, Strinic; Rakitic, Vukojevic, Modric, Perisic (23'st Pranijc); Jelavic (38'st Eduardo), Mandzukic (49'st Kranjcar). (Kelava, Subasic, Simunic, Buljat, Vrsaljko, Vida, Badelj, Dujmovic, Kalinic). All. Bilic. ARBITRO: Webb (Inghilterra). Ammoniti Thiago Motta, Montolivo, Schildenfeld.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017