Excite

Thiago Silva spavaldo: 'Ibra fuori? No problem, segno io'

Thiago Silva in questa stagione si è dimostrato un vero pilastro della difesa rossonera di Allegri che, non a caso, risulta essere la retroguardia meno battuta dell'intera Serie A con soli 22 gol subiti in 30 gare totali. Uno dei segreti del Milan è sicuramente il difensore brasiliano acquistato dal Fluminense per 10 milioni di euro. Un acquisto senza alcun dubbio necessario considerando che Alessandro Nesta è quasi sulla via del ritiro agonistico e che l'opera di ringiovanimento della rosa rossonera si rende sempre più obbligatoria con il francese della Roma Mexes che potrebbe essere il nuovo tassello nella difesa del Milan a partire dal prossimo anno.

Sabato 2 aprile alle 20,45 è in programma l'attesissimo derby di Milano tra Milan ed Inter con la formazione rossonera che dovrà fare a meno del giocatore più rappresentativo Zlatan Ibrahimovic, fermato dal giudice sportivo Tosel per due giornate e costretto così a saltare il derby: 'Due giornate di stop sono ancora troppe - spiega Thiago Silva intervistato dalla 'Gazzetta dello Sport' - Il gesto è stato brutto, ma Ibra non ha fatto male a nessuno. Non meritava una punizione così pesante. Brutto colpo. Inutile nasconderlo. Ibra è un campione, fa la differenza. Non è un giocatore che si sostituisce facilmente'.

Nonostante l'assenza dello svedese, il parco attaccanti del Milan lascia aperte molte soluzioni: 'Scommetto su Pato - si sbilancia il difensore brasiliano - Vedrete, sarà lui a farci vincere il derby. Purtroppo ha dovuto lasciare il ritiro della Seleçao perché ha un problema alla caviglia. Ma guarirà in fretta. Pato non farà rimpiangere Ibra. Io voglio battere l’Inter. Poi, faremo due conti ma nessun risultato assegnerà il titolo. Tutti parlano sempre di Milan e Inter. Io dico: attenti al Napoli. La squadra di Mazzarri ormai è una rivale vera'.

Nell'Inter però c'è chi può far davvero paura alla retroguardia del Milan nonostante sia la migliore della Serie A: 'Non mi piace la parola paura. Non ho paura di nessuno dell’Inter. Eto'o? È uno dei giocatori più forti al mondo. Ha velocità, classe, senso del gol. E poi dico Sneijder. Sapete perché? Calcia le punizioni in maniera fantastica. Un’arma preziosa per l’Inter. Leonardo? Gli devo molto. Leonardo è stato molto importante nella mia carriera. Ora vi svelo un piccolo segreto. Prima di essere acquistato dal Milan avevo una trattativa aperta con l'Inter. Bene, Leonardo cominciò a telefonarmi. Parlavamo della squadra rossonera, di Milanello, del mio futuro. Bene, poche settimane dopo chiusi la porta in faccia all’Inter e firmai il contratto con il Milan'.

Si conclude parlando del prossimo futuro del talento brasiliano Ganso finendo con un pronostico personale sul derby: 'Ganso? Leonardo ha sempre le parole giuste. Non sarà facile convincere Ganso a rinunciare all’Inter. Purtroppo. Chi segnerà nel derby con l'Inter? E se fossi io a sorprendere tutti? È dalla partita contro il Lecce che non segno. Un secolo fa. Magari potrei beffare Julio con un colpo di testa. Questa è la mia sfida all'Inter'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019