Excite

Champions, l'Inter ospita lo Schalke per dimenticare il derby

L'Inter si presenta questa sera all'andata dei quarti di finale di Champions League contro lo Schalke 04 per cercare di cancellare immediatamente la grande delusione per il derby perso sabato sera contro il Milan nel 3-0 che ha avvicinato la squadra di Allegri allo scudetto 2010-2011. Un'amarezza che il tecnico brasiliano Leonardo cerca di spazzare subito via nella conferenza pre-Champions: 'Noi siamo in corsa ancora per tutto, è un dato di fatto: non è che io mi sento in corsa per tutto. Le certezze non sono cambiate dopo una partita persa: se accadesse così, difficilmente avremmo vinto per così tanto tempo. Non è che una sconfitta cambia tutto e noi non siamo più bravi. Questa squadra ha equilibrio'.

Il tecnico nerazzurro si è preso le sue responsabilità per la sconfitta ma non ha nessuna intenzione di mollare considerati gli obiettivi ancora raggiungibili nelle varie competizioni: 'Le emozioni che ho vissuto io - spiega Leonardo - sono state emozioni forti, di quelle che ti fanno crescere, in tutto, sempre. Emozioni forti che io vivo in un modo bello, perché ti fanno imparare e capire meglio, capire le persone, vedere, analizzare. È un lavoro sociologico infinito e io mi sento un privilegiato per il fatto di poterlo vivere, di potere vedere ogni faccia, ogni espressione, ogni reazione, conoscendo così bene questo ambiente, sapendo perché ognuno ha fatto una cosa. Questo è bello, arricchisce molto, perché tu sai tutto, sai tutto quello che è successo prima, sai quello che è l'ambiente e quello che uno può pensare. Vedendo questo, è un puzzle che a livello umano è infinito. Sono un privilegiato, perché solo io ho vissuto tutto e posso capire il perché di alcune reazioni, e le mie certezze non vengono toccate. Capivo già, ma capisco ancora meglio tutto: per me è perfetto e mi considero ancora più forte di prima. Questo mi rafforza per il mio lavoro, per la partita di domani, per quello che sarà il mio futuro'.

Parla anche il centrocampista olandese dell'Inter Wesley Sneijder sul sito ufficiale dell'Uefa per commentare l'imminente sfida contro lo Schalke 04 di Raul, suo ex compagno di squadra al Real Madrid: 'Raul è un vero professionista. Era il nostro capitano e mi ha aiutato molto quando sono arrivato, come un vero leader. Sarà bello rivederlo, perchè da quando ho lasciato Madrid non ho più avuto l'occasione di incontrarlo. La sua partenza mi ha stupito, perchè era come Zanetti per l'Inter. Era il volto della squadra. Ero sicuro che avrebbe concluso la carriera lì, ma in Germania sta facendo molto bene. Continua a segnare, proprio come in Spagna, quindi dovremo stare attenti. Infatti non eravamo così contenti del sorteggio, perchè le squadre tedesche sono toste. In ogni caso dobbiamo credere nei nostri mezzi, stiamo bene'.

Ecco le probabili formazioni di Inter-Schalke 04 (ore 20,45):

INTER-SCHALKE 04

INTER (4-3-1-2): Julio Cesar; Maicon, Ranocchia, Chivu, J.Zanetti; Stankovic, Thiago Motta, Cambiasso; Sneijder; Eto'o, Milito. All.: Leonardo. A disp.: Castellazzi, Materazzi, Cordoba, Nagatomo, Mariga, Kharja, Pandev.
SCHALKE (4-4-2): Neuer; Uchida, Howedes, Metzelder, Sarpei; Farfan, Matip, Papadopoulos, Baumjohann; Edu, Raul. All.: Rangnick. A disp.: Schober, Escudero, Schmitz, Draxler, Jurado, Karimi, Hao Junmin.
ARBITRO: Martin Atkinson (Ing).

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018