Excite

Inter-Verona 4-2: Palacio e Cambiasso riportano in alto i nerazzurri, serata no per Mandorlini

  • Getty Images

C’erano grandi aspettative per Inter-Verona. I nerazzurri chiamati al riscatto dopo qualche partita sottotono, e gli scaligeri autentica sorpresa di questa prima fase di campionato. La gara, purtroppo, è stata ben al di sotto delle aspettative nonostante i sei gol realizzati. L’Inter ha svolto il compitino mostrando qualche progresso sul piano del gioco condito dai soliti disastri difensivi. La difesa a tre di Mazzarri scricchiola pesantemente ogni volta che non c’è Campagnaro in campo. La squadra di Mandorlini non ha mostrato il gioco che l’ha resa bella e vincente ed ha aggiunto la serataccia del reparto difensivo che sui calci piazzati ha fatto scempio delle più semplici regole difensive.

La gara si chiude nei primi dodici minuti. Al nono su un calcio d’angolo dalla sinistra è Jonathan a colpire tutto solo al centro dell’area. Il tiro è sbilenco ma incoccia nella gamba di Moras e finisce alle spalle di Rafael. Passano tre minuti ed Guarin a sfruttare gli sviluppi di un calcio d’angolo per battere a rete, sulla linea salva Jorginho che però respinge su Palacio e la palla carambola in rete.

La gara si mette sui binari preferiti da Mazzarri che può orchestrare il suo calcio fatto di pressione e ripartenze. Il Verona sembra impotente e Carrizo non corre nessun tipo di pericolo. Ci pensa la difesa nerazzurra a rimettere in partita gli ospiti. Su una sponda di Toni la linea difensiva si apre in maniera imbarazzante e Martinho si trova a tu per tu con Carrizo. Il tiro è imparabile per il portiere argentino.

Neppure il tempo di festeggiare per i tifosi veneti che arriva il terzo gol. Ancora una volta su un batti e ribatti in area l’Inter capitalizza. Nagatomo colpisce il palo alla sinistra di Rafael con un bel tiro a giro, sulla respinta Palacio svirgola malamente e la palla termina sui piedi di Cambiasso che a porta spalancata mette in rete.

Il secondo tempo resta sullo stesso tema tattico. Il Verona prova a fare qualcosa in più grazie a Toni che domina letteralmente i diretti avversari. Il quattro a uno, però, giunge implacabile. Sugli sviluppi di un calcio d’angolo è Rolando a dare l’ultimo tocco, quasi casuale, alla palla ed a spedirla in fondo al sacco. Inutile il gol, a venti minuti dalla fine, di Romulo. Il Verona non è mai stato in partita e l’Inter ha vinto meritatamente.

I nerazzurri sorpassano gli scaligeri in classifica ma c’è ancora tanto da lavorare soprattutto in difesa. Per i gialloblù si è trattato di una serata storta.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020