Excite

Inter-Livorno 2-0: grandi emozioni per il ritorno di Zanetti e l'addio di Moratti

  • Getty Images

La partita tra Inter e Livorno non passerà certo alla storia per il bel calcio e le emozioni. Sarà ricordata soprattutto per il ritorno in campo, a duecento giorni dall’infortunio al tendine d’Achille, di Javier Zanetti. Il capitano nerazzurro è stato accolto da un’autentica ovazione e al gol del due a zero tutti i compagni di squadra sono corsi ad abbracciarlo. Mazzarri ha schierato l’Inter con il classico 3 5 2 anche se l’unica vera punta era Palacio. Schieramento speculare per il Livorno che ha in Paulinho il suo terminale offensivo di maggior pericolosità.

Gli amaranto sono ben messi in campo da Nicola e, nonostante l’Inter cerchi di imporre fin da subito il proprio ritmo, riescono a gestire la gara senza troppi problemi. La prima occasione per i nerazzurri arriva al minuto ventisei. Cross di Taider con Palacio che anticipa tutti e gira a rete. Il colpo di testa dell’attaccante argentino, però, è fuori misura e termina al lato. Il gol, a dir poco estemporaneo, giunge allo scoccare della mezzora. Jonathan va via sulla destra e mette al centro un pallone sostanzialmente innocuo sul quale Bardi, in prestito dall’Inter al Livorno, combina un disastro. Il portiere toscano non solo sbaglia la presa ma catapulta il pallone nella propria rete. Nel finale di tempo l’Inter ci riprova con Alvarez ma questa volta Bardi si fa trovare pronto.

Il primo tempo si conclude senza grosse emozioni a conferma che l’Inter di Mazzarri fa fatica a proporre un gioco accettabile, soprattutto tra le mura amiche. Il secondo tempo riesce nella mirabile impresa di peggiorare il livello di gioco mostrato dalla prima frazione. Il pubblico del Meazza si risveglia all’ottantaduesimo quando torna in campo Zanetti che subentra a Taider.

L’ingresso di Zanetti rivitalizza l’Inter che trova addirittura il raddoppio con Nagatomo che finalizza una bella percussione dalla sinistra. Da rimarcare il saluto del tifo interista al presidente Moratti che si appresta a cedere le sue quote al magnate indonesiano Thorir. Vittoria importante ma le cose più belle si sono viste fuori dal campo. Mazzarri deve lavorare ancora molto.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019