Excite

Inter, Ibrahimovic abbandona il ritiro

S'erano tanto amati. E' vicinissimo il 'the end' della storia d'amore tra Zlatan Ibrahimovic e l'Inter. La società nerazzurra comunica sul proprio sito internet che l'attaccante svedese ha lasciato il ritiro negli Stati Uniti per recarsi in Europa: "Dopo l'allenamento individuale di stamane nella palestra del campus Harvard e il pranzo in hotel" si legge nel comunicato sul sito del club nerazzurro "pochi minuti fa Zlatan Ibrahimovic ha salutato Josè Mourinho e la squadra prima di mettersi in viaggio per raggiungere la Svezia. L'attaccante, in accordo con la Società lascia il ritiro estivo 2009 dell'Inter negli Stati Uniti per far rientro in Europa a seguito della trattativa di calciomercato che lo riguarda". Il giocatore è stato avvertito telefonicamente dal suo agente Mino Raiola e ha salutato in tutta fretta i compagni e il tecnico Mourinho a cui ha riservato un fugace abbraccio.

Verso le ore 21 sul sito del Barcellona appare il seguente comunicato: "Il trasferimento di Zlatan Ibrahimovic al Barcellona è sospeso dal momento che restano da risolvere alcuni dettagli tra i blaugrana e l'Inter, così come per la risoluzione del contratto di Eto'o con il Barcellona". Si legge inoltre del viaggio intrapreso dal dg Joan Oliver per Milano "dopo che i dirigenti dell'Inter hanno comunicato di aver raggiunto un principio di accordo con l'agente di Eto'o".

E l'agente di Eto'o, Jose Maria Mesalles, appena sbarcato all'aeroporto El Prat di Barcellona dopo l'intera giornata passata a Milano per parlare con l'Inter a proposito del trasferimento del suo assistito, ha affermato: "Con l'Inter c'è l'accordo al 100%. Non abbiamo chiesto neanche un euro" ha poi spiegato il procuratore riguardo una buonuscita da parte del Barcellona "non parlo con la dirigenza catalana da qualche giorno. Eto'o? Per lui è un momento doloroso ma ora inizia una nuova tappa della sua carriera".

Intanto l'agente di Ibrahimovic, Mino Raiola, intervenendo a Speciale Calciomercato su Sky Sport, ha svelato alcuni retroscena della trattativa con il Barcellona: "Non è stato ancora firmato nulla, io devo ancora parlare con il Barça, non mi sono ancora mosso perchè l'Inter ci ha chiesto di stare tranquilli in questo senso. Zlatan sta andando in Svezia e potrà volare a Barcellona dopo che io avrà finito di discutere ogni cosa con i catalani. Non sono al corrente di cosa abbia detto Mourinho riguardo alla cessione, non ho mai avuto rapporti con lui. I contatti con gli spagnoli sono iniziati dopo la fine dello scorso campionato, ci sono stati dei contatti e l'Inter è sempre stata al corrente dei discorsi. Credo che la cena di Moratti a Barcellona sia stata importante. Qualcuno definisce Ibra mercenario? Quel qualcuno ha la memoria corta, lo si disse anche quando lasciò la Juve ma ha sempre dato il suo contributo. E poi se si definisce Ibra mercenario allora Eto'o non dovrebbe nemmeno presentarsi". Ibra, che nel tragitto dal ritiro all'aereoporto pare abbia rilasciato privatamente alcune dichiarazioni di ringraziamento per l'Inter, è partito alle 17:30 ora statunitense con un volo che farà doppio scalo a Boston e Malmö, lunedì potrebbe già presentarsi in Spagna per la firma del contratto, che lo legherà agli azulgrana per le prossime cinque stagioni e forse per la presentazione che si annuncia imponente in stile Real Madrid. Eto'o invece, complice il viaggio negli Usa di Moratti (che assisterà al derby con il Milan di domenica allo stadio) potrebbe essere presentato a partire da martedì: tutto slittato per ovvi motivi, intanto il camerunense è con la moglie e i tre figli a Saint-Tropez.

 [in collaborazione con Calciomercato.it]

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019