Excite

Inter-Fiorentina 2-1: Cambiasso e Jonathan firmano la rimonta, rimpianti viola

  • Getty Images

Inter e Fiorentina chiudono il programma della quinta giornata della Serie A. Mazzarri schiera i nerazzurri con il 3 5 1 1 con Alvarez e Palacio in attacco. Montella risponde con il classico 4 3 2 1. Giuseppe Rossi è l’unica punta con Joaquin e Fernandez in appoggio. Entrambe le squadre hanno dieci punti ed una vittoria le porterebbe alla pari con Juventus e Napoli subito dietro la Roma di Garcia.

La pressione dell’Inter è costante ma le conclusioni più pericolose sono degli ospiti. Si comincia al decimo minuto con Giuseppe Rossi che scalda le mani di Handanovic con una bella conclusione. Passano dieci minuti e Rossi si traveste da assist man ed imbecca perfettamente Joaquin che scaglia un diagonale insidioso dall’interno dell’area. Handanovic si distende e respinge.

L’Inter costringe spesso la Fiorentina nella propria area di rigore ma non riesce a produrre vere e proprie conclusioni a rete. Il primo tempo termina senza ulteriori emozioni. La ripresa inizia con una bella conclusione di Guarin che testa la bravura di Neto che riesce a deviare. La prima sortita della Fiorentina, però, porta in vantaggio i viola.

Juan stende in piena area Joaquin. Rigore netto. Sul dischetto si presenta Giuseppe Rossi insacca senza problemi. La Fiorentina è in controllo della partita quando Montella decide di togliere Rossi per inserire Ilicic. Un cambio che giudicato a posteriori si può definire letale per le ambizioni dei toscani.

L’Inter si lancia in attacco spinto dalla disperazione. Su uno dei tanti cross la respinta di Neto non è perfetta, la palla si impenna in aria e finisce dalle parti di Cambiasso che la controlla di petto e in mezza sforbiciata insacca il gol del pareggio. Il capitano esulta per il sesto gol in carriera alla Fiorentina.

I viola non hanno più le armi per impensierire l’Inter che attacca con tutti gli effettivi. Cross di Alvarez, Jonathan controlla prima di petto e poi di piede. Il tiro dell’esterno brasiliano è una sassata sulla quale Neto non può nulla. Il Meazza esplode come non accadeva da anni. La Fiorentina è costretta a spingersi in attacco e lascia praterie per il contropiede di Mazzarri. Al minuto ottantasei Alvaro Pereira fa trenta metri palla al piede, non serve Palacio solo al centro dell’area, e tira sul palo di Neto che fa buona guardia e respinge. L’azione successiva è conclusa da Cambiasso con un tiro di poco al lato.

L’ultimo sussulto della Fiorentina è di Ambrosini che prova una conclusione rasoterra sulla quale Handanovic non ha grossi problemi. Mazzarri e l’Inter salgono a tredici punti alla pari di Benitez e del Napoli. La Fiorentina deve rammaricarsi solo con se stessa perché aveva la gara in mano.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020