Excite

Inter, ecco le ipotesi per il dopo Benitez

Non hanno mai avuto grande feeling il presidente dell'Inter Massimo Moratti e l'attuale tecnico nerazzurro Rafa Benitez. Non è bastata la vittoria del Mondiale per Club per tranquillizzare la situazione che, in realtà, dopo il 3-0 rifilato al Mazembe in finale, è precipitata.

Giusto esonerare Benitez? Vota il nostro sondaggio

Caratteri diversi, forse opposti tra il tecnico spagnolo e il portoghese Josè Mourinho che in estate ha vinto la tanto sognata Champions League per poi accasarsi al Real Madrid. Un inizio di stagione sufficiente per la nuova Inter targata Benitez con la vittoria della Supercoppa Italiana contro la Roma e la sconfitta in Supercoppa Europea contro l'Atletico Madrid.

Qualche punto di troppo perso però in campionato a causa dei tanti, tantissimi infortuni che hanno letteralmente falcidiato la formazione nerazzurra. Problemi di mercato, polemiche sugli innesti mai giunti e sui soldi mai spesi con Benitez che dopo aver vinto per la terza volta nella storia dell'Inter il Mondiale per Club (dopo il 1964 e il 1965) si sfoga a 360° su tutte le problematiche finora rimaste nascoste tra lui e la società.

Troppi nomi usciti sui giornali, troppo rumore intorno alla sua panchina con un toto-allenatore diventato frustrante e insopportabile per lo spagnolo che dal mercato ancora non ha avuto tutti i regali che da sempre hanno caratterizzato i suoi predecessori all'Inter. Benitez si ribella, Moratti non gradisce e ora si è vicinissimi alla rottura definitiva: problemi che in parte rovinano la festa nerazzurra e che rendono meno dolce il quinto trofeo conquistato in questo 2010 storico per i colori nerazzurri.

Si parla ora sempre con più insistenza del possibile successore di Benitez: si tratta con Luciano Spalletti, ex tecnico della Roma ed attualmente in forza allo Zenit fresco vincitore del campionato russo; si sogna magari un vecchio pallino del presidente Moratti che si chiama Fabio Capello, attuale ct dell'Inghilterra ma pronto a liberarsi in caso di proposta economica particolarmente allettante; si guarda anche su tecnici di minor esperienza come il brasiliano Leonardo, l'anno scorso al Milan, e Walter Zenga, bandiera nerazzurra che ha voglia di tornare in Italia da protagonista e accetterebbe di corsa un'offerta così prestigiosa. Staremo a vedere ma la realtà è soltanto una: il rapporto Moratti-Benitez è ormai giunto al capolinea.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019