Excite

Inter e Roma crollano contro Real Madrid e Chelsea

  • Getty Images

"No Mourinho no problem": parola dei tifosi allo Edward Jones Dome di Saint Louis. E in effetti, mentre lo Special One batteva la Roma il Real Madrid ha trapazzato l'Inter 3-0 nell'ultimo match della tournee statunitense. Carlo Ancelotti ha lasciato a riposo Ozil, Khedira (che poi è entrato nella ripresa) e Benzema mentre Mazzarri è partito con Olsen titolare, e Guarin alle spalle di Palacio.

Il Real ha dominato soprattutto nel primo tempo, mentre l'Inter è cresciuta quando era troppo tardi. A sbloccare il risultato un rinato Kakà all'11' del primo tempo, poi al 38' la seconda rete del Real con Cristiano Ronaldo servito a meraviglia da Casimiro. Nel secondo tempo l'Inter è riuscita a costruire qualcosa con Palacio. Ma al 22' la sfortunata autorete di Alvarez su un calcio d'angolo dubbio ha messo definitivamente ko i nerazzurri.

"Oggi almeno 2 palle gol sarebbero potute entrare. Se avessimo perso 3-2 contro il Real Madrid, in questo momento una delle prime squadre al mondo, non sarebbe stato poi così tanto tremendo", ha detto Mazzarri cercando di vedere il bicchiere mezzo pieno.

Sconfitta anche per la Roma battuta dal Chelsea 2-1 al Rfk Stadium di Washington. Giallorossi in vantaggio al 21' grazie a una clamorosa papera del portiere Mark Schwarzer che ha lisciato la palla che è andata contro il palo e poi è arrivata sui piedi di Lamela. Al 60' il pareggio della squadra di Mourinho su contropiede, grande destro di Lampard fuori area sulla sinistra, imprendibile per De Sanctis. Il successo del Chelsea è arrivato in chiusura con Hazard che ha seminato tutti e battuto da due passi Lukaku.

Roma beffata nel finale, dunque, ma in partita solo per un tempo come ha ammesso lo stesso Garcia: "Buon primo tempo per intensità fisica e controllo di palla. Poi nella ripresa non abbiamo più giocato. Loro hanno fatto molti cambi ed erano più freschi di noi, ma questa non è la cosa principale. Quando si è stanchi bisogna cercare di giocare più con la testa che con le gambe. Dovevamo tenere di più la palla", ha spiegato il tecnico giallorosso.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019