Excite

Il calciomercato squattrinato

Pochi soldi e trattative che lambiscono soltanto i grandi nomi. Sono queste le caratteristiche che avvolgono la sessione invernale del calciomercato. In uno scenario tutt’altro che esaltante, il botto, o meglio petardo, potrebbe confezionarlo il Parma. La società del presidente Ghirardi è ad un passo da Cristiano Lucarelli. Per l’ex attaccante del Livorno, ora agli ucraini dello Shaktar Donetsk, il club crociato sborserà 2 milioni per il prestito e 4 milioni per il diritto di riscatto da esercitare a fine stagione, manca solo l’ufficialità.

Pasquale Foggia, carattere fumantino e classe da vendere, è uno dei pezzi pregiati del mercato. Su di lui hanno messo gli occhi il Qpr di Briatore (ma l’estroso centrocampista del Cagliari difficilmente emigrerà all’estero), Genoa e Samp hanno già avanzato una proposta, mentre ieri Zamparini, numero del Palermo, ha parlato chiaro “A noi interessa sempre Foggia, la Lazio ci ha chiesto Rinaudo, ed è interessata a Caracciolo. Il Palermo potrebbe rilevare la metà del cartellino di Caracciolo della Samp e iniziare la trattativa”.

Ffuori rosa alla Lazio, Stendardo è un obiettivo per Fulham e Birmingham e, soprattutto, Celtic. Nel mirino del club di Lotito è finito l’attaccante norvegese Steffen Iversen, in queste ore potrebbe esserci un incontro decisivo.

Marino, dg del Napoli, avrebbe respinto una richiesta del Chelsea per Hamsik, mentre più difficile appare trattenere il difensore Domizzi che ha chiesto alla società di essere ceduto. Le grandi si muovo a rilento. L’Inter è vicina a Maniche, la Juve, che ha ceduto Criscito al Genoa, a Van Der Vaart, ferma la Roma per la quale si registra un interessamento per Riganò. Il Milan punta a rinforzarsi in vista della prossima stagione, tra gli obiettivi Frey, Amauri ed il sogno Ronaldinho.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017