Excite

Il bambino raccattapalle rifiuta la maglia di Muntari

  • youtube.com

Un episodo molto curioso è stato ripreso dalle telecamere SKY al termine di Chievo-Milan 0-1 giocata ieri sera.
A fine partita, l'autore del gol vittoria del Milan Sulley Muntari si è sfilato la maglietta e l'ha regalata ad un giovanissimo raccattapalle all'uscita del campo, prima di reintrare nel tunnel che portano agli spogliatoi.

Ma il bambino ha rifiutato la maglietta, tentando invano di restituirla al calciatore ghanese.

Il gesto del giovane tifoso ha scatenato gli elogi dei tifosi anti-milanisti che hanno apprezzato l'episodio sincero e spontaneo del bambino "fedele" ai colori della sua squadra (il Chievo?), per nulla emozionato davanti ad un gesto nobile di un calciatore avversario di una squadra rinomata.

A spiegare l'arcano ci ha pensato poco più di un'ora fa il regista Popi Bonnici, noto regista delle partite di calcio sulle reti Mediaset.

Su suoi profili facebook e su Twitter, Bonnici, che ha guidato la regia della partita di ieri sera per Mediaset Premium, afferma che: "Quel bambino non può prendere la maglia di un giocatore perchè gli è vietato, altro che dietrologie inutili".

Il suo post ha scatenato inevitabilmente le reazioni degli utenti, ma il regista ha replicato: "il bambino non avrebbe avuto più la possibilità di andare allo stadio....visto che ero a fare questa regia è stata la prima cosa che ho chiesto!".
Ed ha aggiunto: "Per evitare che i raccattapalle si lancino alla ricerca della maglia di uno o l'altro giocatore....e le regole le dettano i club chiaramente...quel ragazzino era preoccupato proprio per questo....ed io gli credo. Cerchiamo il bene, ovunque esso sia, non il male per il minimo motivo!".

In mattinata, arriva anche il comunicato ufficiale sul sito ufficiale del Chievo Verona, che dice: "In merito al simpatico siparietto della maglia di Muntari, apparso oggi su alcuni quotidiani e ripreso ieri dalle telecamere in campo, il ChievoVerona ritiene opportuno fare delle precisazioni.
Il comportamento del raccattapalle in questione è solo conseguenza delle indicazioni che la società ha fornito ai giovani calciatori all'inizio della stagione, ovvero di non chiedere o farsi rilasciare maglie sia dai calciatori gialloblu che da quelli della squadra avversaria onde evitare di disturbare i calciatori già alle prese con la tensione post-gara.
Il fatto curioso sta nel fatto che il bambino, un giovane calciatore della scuola calcio del Chievo, in realtà è un tifoso rossonero. Certo avrebbe accettato immediatamente e di buon grado la maglia di Muntari per mostrarla orgogliosamente agli amici come un vero e proprio trofeo, ma si attenuto alle indicazioni del suo capogruppo rifiutando così, in un primo momento, il dono del calciatore. Poi, passato l'imbarazzo, la maglia è tornata nelle mani del fortunato piccolo calciatore!
"

Video del bambino raccattapalle che rifiuta la maglia di Muntari

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017