Excite

I 23 convocati per l'Italia ai Mondiali 2014: i nomi ufficiali, da Buffon a De Rossi, le scelte di Prandelli

  • Getty Images

Aggiorna articolo

Ecco i 23 convocati da mister Prandelli:

Portieri: Gianluigi Buffon, Salvatore Sirigu, Mattia Perin. Difensori: Giorgio Chiellini, Andrea Barzagli, Leonardo Bonucci, Gabriel Paletta, Ignazio Abate, Mattia De Sciglio, Matteo Darmian. Centrocampisti: Andrea Pirlo, Daniele De Rossi, Claudio Marchisio, Marco Verratti, Antonio Candreva, Thiago Motta, Alberto Aquilani, Marco Parolo. Attaccanti: Mario Balotelli, Lorenzo Insigne, Alessio Cerci, Ciro Immobile, Antonio Cassano. Riserva: Andrea Ranocchia.

A 11 giorni dall’inizio dei campionati mondiali, è arrivato il momento di conoscere i convocati di mister Prandelli per la spedizione in Brasile, scelti dal tecnico azzurro dalla rosa dei 31 già comunicata a metà maggio. Punti fermi della squadra vicecampione d’Europa, l’inamovibile portierone juventino Gigi Buffon, il blocco bianconero con Barzagli, Bonucci e Chiellini per il reparto arretrato, gli esperti Andrea Pirlo e Daniele De Rossi a centrocampo, il bomber genio e sregolatezza del Milan Mario Balotelli in attacco.

Convocati Nazionale Italiana per i Mondiali 2014: c'è anche Giuseppe Rossi

In bilico fino all’ultimo Giuseppe Rossi, escluso a sorpresa dal pacchetto offensivo, nonostante l’enigma sulla condizione fisica del fantasista della Fiorentina fosse stato risolto in senso positivo grazie all’ottimo lavoro svolto dallo staff medico della Nazionale nei giorni scorsi. Al posto di Pepito, in Sudamerica andrà l'ex pupillo di Zdenek Zeman Lorenzo Insigne, entrato nel novero dei convocati al fotofinish.

Determinante, ai fini della convocazione per il più prestigioso dei tornei calcistici internazionali, la prova offerta ieri sera dal granata Matteo Darmian, autore di una eccellente partita contro l’Irlanda e molto più “in palla” del compagno di club Ciro Immobile, apparso leggermente sotto tono nell’amichevole del sabato sera.

Grandi le attese sul conto di Marco Verratti, playmaker di assoluto talento considerato da molti tra gli addetti ai lavori un giocatore in grado di fare la differenza negli spazi stretti, di fronte a qualsiasi tipo di avversario. Niente Mondiali 2014 invece per Riccardo Montolivo, infortunatosi ieri proprio nel corso del test finale di preparazione a Londra, in seguito ad un contrasto fortuito a metà campo con un nazionale irlandese.

(Italia ai Mondiali del Brasile: gli ultimi dubbi per le convocazioni)

“Un forte contraccolpo era stata l’espressione usata dall’allenatore italiano a commento dello sfortunato episodio che ha causato lo stop forzato e l’addio al gruppo in partenza per il Brasile del regista azzurro in forza al Milan. Cesare Prandelli, chiamato a sacrificare sull’altare dell’equilibrio tattico uno tra Lorenzo Insigne e Antonio Cassano, ha preferito giocarsi la carta dell’imprevedibilità del ritrovato trequartista barese, reduce da un campionato straordinario nelle fila del Parma di Roberto Donadoni, senza rinunciare all'estro dell'esterno d'attacco napoletano, bravo a reinventarsi all'occorrenza come laterale sinistro avanzato.

Sarà compito dei nazionali prescelti ricambiare a pieno la fiducia del commissario tecnico, mettendosi da subito al lavoro per farsi trovare al top della condizione atletica al momento giusto, consapevoli della difficoltà del girone di appartenenza dell’Italia, privo di squadre cuscinetto e pieno di insidie disseminate per tutto il percorso da affrontare, a partire dal primo incontro a Manaus con l’Ingilterra.

Alla lista dei 23 convocati (ventiquattro, se si include la riserva Andrea Ranocchia) per Brasile 2014 oggi consegnata ufficialmente alla stampa dal ct della Nazionale italiana di calcio Cesare Prandelli, è bene ricordarlo, non potranno più essere apportate modifiche, a meno che non si verifichino gravi e certificati infortuni a ridosso del Mondiale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019