Excite

Guberti, squalifica ridotta: graziato da Tavecchio, torna in campo col Perugia

  • Getty Images
Stefano Guberti potrà tornare in campo al termine della sosta invernale della serie B, sei mesi prima del previsto. Il suo nome è stato legato allo scandalo calcioscommesse che ha portato a decine di squalifiche: teoricamente la sanzione sarebbe scaduto a giugno 2016. Ma dal 16 gennaio l'esterno destro sarà a disposizione del Perugia: il presidente della Figc, Carlo Tavecchio, ha deciso di graziarlo, riducendo la pena.

Leggi anche: la promessa di Renzi sulla pulizia nel mondo del calcio

Il numero uno della Federazione, per la prima volta, ha compiuto un atto di clemenza, anche perché Stefano Guberti è stato assolto nel processo penale sul tentativo di combine della partita Bari-Sampdoria, finita 0-1, del 23 aprile 2011. E l'associazione è arrivata con formula piena perché "il fatto non sussiste" secondo il giudice monocratico di Bari, Flora Cistulli. Perciò Tavecchio, anche per evitare il ricorso di Guberti (che resta comunque colpevole per la giustizia sportiva), ha deciso di ridurre direttamente la squalifica.

Stefano Guberti era stato squalificato dopo le rivelazioni di Andrea Masiello, ex Bari e ora all'Atalanta, uno dei 'pentiti' nell'ambito dello scandalo calcioscommesse. Per la giustizia sportiva la testimonianza era attendibile: quindi è scattata la maxi sanzione all'esterno destro che ha militato anche nella Roma. Il verdetto è però opposto secondo la giustizia ordinaria: la 'confessione' di Masiello non poteva bastare per emettere una condanna. In tutto questo caos c'è una certezza: Guberti, a 31 anni, torna in un campo di calcio.

calcio.excite.it fa parte del Canale Blogo Sport - Excite Network Copyright ©1995 - 2017