Excite

Giallo puerta, il cuore non aveva anomalie

La morte di Antonio Puerta si tinge di giallo. I risultati dell'autopsia, pubblicati dal quotidiano spagnolo Publico hanno stabilito che il calciatore non aveva anomalie al cuore. In un primo momento sembrava che il promettente difensore in forza al Siviglia fosse stato vittima di una displasia al ventricolo destro. Si aspettano ora i risultati dell'analisi dei tessuti di Puerta che dovrebbe sciogliere il dubbio sulla causa della morte. Qualora anche questo esame escludesse la miocardiopatia potrebbe farsi strada l'ipotesi di un'embolia. "Il fatto che Puerta non riuscisse ad uscire dal coma" scrive Publico "potrebbe far scartare l'arresto cardiaco come causa originale del problema. Tra le ipotesi che prenderebbero corpo nel caso fosse scartata completamente la diagnosi iniziale ci potrebbe essere quella di un infarto cerebrale originato da un'embolia. L'ostruzione di un vaso sanguigno sembrerebbe altamente compatibile con la forma con la quale si sono prodotti i precedenti svenimenti di Puerta e l'evoluzione successiva". Il quotidiano chiede che sia fatta luce sulle cause della morte al fine di evitarne altre: solo domenica scorsa a Puertollano è morto un ragazzo di 17 anni che correva una mezza maratona.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017