Excite

Gelo Mazzarri-De Laurentiis. Il presidente: "Non lo mollo"

Ieri al San Paolo è stata festa grande con il Napoli che, grazie al pareggio ottenuto contro l'Inter, ha conquistato matematicamente l'accesso diretto alla prossima Champions League. Un traguardo meritato ed impensabile ad inizio stagione quando Roma e Juventus partivano favorite sulla carta.

Nota stonata nella serata storica per i colori azzurri il tesissimo rapporto tra il tecnico del Napoli Walter Mazzarri e il presidente partenopeo Aurelio De Laurentiis che si sono pressochè ignorati durante i festeggiamenti. Ai microfoni di Sky la soddisfazione del presidente azzurro: 'Adesso siamo in Champions e cercheremo di farci onore, anche per far riavere all'Italia ciò che ha perso. Io vorrei che per noi ci fossero non quattro ma sei posti: sarebbe un modo di tutelare meglio i paesi che contano. Andiamo avanti per la nostra strada ed ora creeremo una squadra che sia in grado di competere in Europa, dove ci vuole esperienza quando si gioca con certe squadre. Il doppio turno settimanale non è sempre foriero di risultati positivi, sennò sembra che sia tutto facile: basta che si compri'.

Il discorso si sposta poi sul futuro della panchina del Napoli con il gelo attuale nei confronti di Mazzarri: 'Io credo che gli acquisti ed il mercato rendano più interessanti le trasmissioni televisive, ma in realtà bisogna essere attenti ed avere un po' di fortuna, che con gli acquisti non basta mai. Vista la concorrenza, il nostro è già un bel camminare, ma l'anno scorso eravamo arrivati sesti quindi la squadra era già abbastanza forte. Poi mica abbiamo comprato Cavani per fare una passeggiata: io l'ho preso pensando che fosse più forte di Quagliarella per ciò che riguardava il nostro modo di giocare. Mazzarri? Dipende solo da lui, ha un contratto di due anni, e altrimenti facciamo una telenovela. Ma se mi chiedesse di andare via io gli direi di no'.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020