Excite

Gattuso: "Kakà non deve andare via"

In casa rossonera cresce il partito del "no" sulla cessione di Kakà. Il brasiliano è ad un passo dal Real Madrid, e Gattuso fa sentire la sua voce: "Con lui va via uno che fa vincere, se sarà il caso mi farò sentire in sede".

"Si parla di crisi" ha spiegato il centrocampista "e di fronte a certe cifre la società ha deciso di metterlo sul mercato. Io sono stipendiato dal Milan, e se il club ha valutato così non sta a me intervenire. Certo, se ci sono cose che non mi vanno andrò a parlare in sede".

Per un brasiliano che va via, un altro che arriva. "Thiago Silva è un gran difensore" ha aggiunto Ringhio "E con il ritorno di Alessandro nesta, direi che lì dietro siamo quasi a posto. Non sento aria di smobilitazione, il Milan punta a tornare grande".

Intanto, Nel corso della registrazione del programma Porta a Porta, condotto da Bruno Vespa, per spiegare a che punto è la trattativa tra il Milan e il Real Madrid per la cessione di Kakà, il Cavaliere ha voluto ricordare la cessione di Shevchenko al Chelsea, nella quale, per l'attaccante ucraino, entrarono in gioco motivazioni economiche ma anche affettive, visto che la moglie voleva trasferirsi proprio a Londra: "Noi eravamo attaccatissimi a Shevchenko, ma quando è arrivata un'offerta che non potevamo eguagliare, ho provato a parlargli, ma alla fine ha deciso di andare via. Sono i nostri ragazzi che devono scegliere dove giocare e come approfittare di una carriera breve per mettere da parte un patrimonio per loro e i loro figli". Il futuro di Kakà si conoscerà solo lunedì. "Non ho ancora parlato con Kakà. Ci parlerò lunedì e poi vedremo quali saranno le decisioni. E' troppo presto per pensare al dopo ma teniamo presente che abbiamo un certo signore che si chiama Ronaldinho e che quest'anno ha giocato poco". Il sostituto di Kakà poteva essere Gourcuff, che resterà però in Francia. "Speravo anche in un ritorno di Gourcuff, ma resterà al Bordeaux".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017